Negli ultimi anni Torino si è riscoperta una meta turistica e sono tanti i visitatori che oramai affollano le vie del centro e le attrazioni principali della città.

Riuscire a cogliere il carattere di una città come Torino può sembrare complicato. Molti turisti immaginano di trovare un ambiente riservato e ingessato, quando poi la conoscono ne rimangono affascinati. Basta immergersi nei luoghi e nelle esperienze meno conosciute per scoprire una Torino curiosa e originale.

Volete visitare Torino ma ai soliti percorsi turisti preferite itinerari  insoliti? Ecco i miei consigli.

Visitare Torino  –  Un itinerario insolito della città

Per raggiungere la prima tappa della nostra visita curiosa della città dobbiamo andare sulla la collina Torinese. Non spaventatevi è facilmente raggiungibile in pochi minuti attraverso una strada alle spalle della Chiesa della Gran Madre di Dio (che si trova di fronte alla famosa Piazza Vittorio Veneto).

Se avete voglia di camminare potete percorrerla a piedi altrimenti potete prendere il bus 53 o 56 che da Piazza Vittorio Veneto vi lascia nei pressi di Villa della Regina.

Visitare Torino - Vigna della Regina
La vigna della Regina

Tra tutti forse questo è il luogo più noto della città proprio perché si trova all’interno della residenza sabauda di Villa della Regina.

Una vigna in città è veramente un luogo insolito. Progettata nel seicento rimase un vigneto fino poco oltre la metà dell’ottocento. Villa della Regina compresa la vicina vigna è stata per lungo tempo abbandonata fino ai primi anni del 2000 quando un intervento di recupero della villa e della vigna, l’ha portata a rivivere come un tempo. Il reimpianto della vigna è stato affidato alla famiglia Balbiano, azienda agricola e produttrice di vini della zona.

Nel 2009 la prima vendemmia della Vigna della Regina. Dal 2011 la vigna produce il primo Freisa di Chieri DOC.

Una visita a Villa della Regina e alla Vigna della Regina merita sicuramente anche per la vista panoramica che si ha di Torino dalla collina che ospita la vigna.

Avete anche l’occasione di acquistare un souvenir originale della città, una bottiglia di vino, delle caramelle o dei cioccolatini al Freisa della “Vigna della Regina”.

La Vigna della Regina osserva gli stessi orari di visita di Villa della Regina, sul sito Vigna della Regina potete trovare tutte le indicazioni.

Se siete ancora inebriati dai profumi e non solo di questa vigna vi consiglio di scendere giù a piedi così potete apprezzare questa zona di Torino. Una volta giunti a Piazza Vittorio Veneto potete imboccare via Po, una via strategica di Torino perché essendoci i portici potete trovare riparo in caso di pioggia. Percorrendo  tutta via Po vi troverete direttamente in Piazza Castello da qui non è difficile scorgere un bellissimo edificio bianco, Palazzo Reale.

Visitare Torino - Cucine Reali

Le Cucine di Palazzo Reale

I molti turisti che visitano Torino non si perdono certo Palazzo Reale che ora fa parte del complesso dei Musei Reali. Tanti però non sanno che a Palazzo Reale vi è la possibilità periodicamente di visitare le Cucine Reali.

Una visita che non è compresa nel giro degli appartamenti di Palazzo Reale,  viene fatta solo a giorni e orari stabiliti, grazie alle aperture organizzate dagli Amici di Palazzo Reale.

Le cucine, si trovano nei sotterranei dell’ala di levante del palazzo e si possono visitare dal 2008 a seguito di un accurato lavoro di recupero di ambienti, arredi e utensili dell’epoca. Sono stati ricostruiti fedelmente le varie ambientazioni permettendo al visitatore di immergersi nella quotidianità degli chef di corte e del personale che popolava questi ambienti.

Visitare Torino - aggetterai RealeDurante la visita vengono raccontati aneddoti curiosi e  si ha  l’impressione di rivivere la stessa atmosfera di un tempo, sentire il rumore del pentolame e i profumi delle varie pietanze.

Per conoscere i periodi dell’anno in cui è possibile visitare le Cucine di Palazzo Reale potete consultare il sito dei Musei Reali. Le visite vengono fatte nel fine settimana  a orari stabiliti, il costo della visita guidata è di 4 euro.

Per una pausa golosa

Ora non so a voi ma dopo la visita alle cucine mi è venuto un certo appetito, vi consiglio quindi di raggiungere la Caffetteria Reale che si trova nel cortile sotto il porticato di Palazzo Reale.

La caffetteria è gestita da una pasticceria storica di Torino Gerla, rimarrete affascinati dalla bellezza di questo luogo che ricorda tempi passati.  Se decidete di fare una pausa golosa lasciatevi tentare dalla specialità della caffetteria la torta Monviso una vera esplosione di sapori.

Qui viene servita anche la tipica Merenda Sinoira (cioccolata calda accompagnata da  Krumiri, Savoiardi e piccola pasticceria).

Ora dopo aver fatto il nostro pieno di energia siamo pronti per raggiungere la nostra terza tappa per una visita insolita all’interno del più importante teatro di Torino, il Teatro Regio.

Il dietro le quinte del Teatro Regio

Una visita guidata all’interno del Teatro Regio di Torino  vi permetterà di conoscere la storia di questo meraviglioso Teatro. Una storia che va dall’edificazione nel 1740 da parte della corte Sabauda all’incendio nel 1936, per poi concludersi con il progetto di ricostruzione dell’architetto Carlo Mollino.

Un dietro le quinte coinvolgente attraverso la hall, il foyer e la sala a conchiglia con lo scenografico lampadario.

La visita guidata permette di raggiungere anche i sotterranei  del teatro non accessibili abitualmente al pubblico. Si viene accompagnati attraverso lunghi corridoi per raggiungere: le sale prove, la sala da ballo, la sartoria, i laboratori, l’archivio e la regia.

Non è raro durante la visita assistere a una prova del prossimo spettacolo in programma.
Le visite guidate dal martedì al venerdì hanno la durata di 90 minuti mentre il sabato di 45’ . Ho fatto entrambe le visite  e vi consiglio di andare in settimana, c’è meno gente e la visita permette di vedere più cose.

Potete trovare informazione su giorni e orari sul sito del Teatro Regio di Torino.

Siamo giunti al termine di questo itinerario insolito della città che ne dite vi è piaciuto?  Conoscevate già questi luoghi? Aspetto le vostre impressioni.

A proposito dell'autore

sonoinvacanzadaunavita

Mi chiamo Rosy Cantarino vivo e lavoro a Torino quando non sono in viaggio. Sono travel blogger perché amo conoscere, scoprire e condividere i luoghi che visito. Il mio blog di viaggi si chiama Sonoinvacanzadaunavita.it e riflette un po' come sono io nella vita, con una gran voglia di conoscere e di stupirmi, socievole e solare. Le mie passioni oltre ai viaggi sono la fotografia, l'architettura e il design. Ah dimenticavo sono appassionata di terme e centri benessere!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: