Torna il convegno nazionale dedicato alle barche storiche ed alle costruzioni navali tradizionali

Il 25 gennaio 2020 presso la prestigiosa cornice del Palace Grand Hotel di Varese, situato su una collina con una splendida vista sul lago omonimo e comodo da raggiungere per chi proviene da Milano, Como o la vicina Svizzera, si terrà la settima edizione del convegno nazionale dedicato al restauro, conservazione e valorizzazione delle imbarcazioni storiche, d’epoca ed in generale sulla costruzione navale tradizionale.

L’appuntamento sarà patrocinato dalla Regione Lombardia, dal FAI – Fondo Ambiente Italiano, da FIBaS – Federazione Italiana Barche Storiche, dall’Università di Genova, Mursia edizioni, Cantieri Riva ed altre conosciute società ed associazioni, e sarà organizzato da AVEV – Associazione Vele d’Epoca Verbano.

Si tratta del più importante appuntamento nazionale dedicato al mondo della marineria tradizionale e delle barche in legno e sarà aperto a tutti, con la partecipazione di rappresentanti della cantieristica, velisti, storici e studiosi, oltre a semplici appassionati e viaggiatori.

Il fitto programma vede una giornata ricca di eventi che si susseguiranno dalle 9.30 alle 17.00:

  • 9.30 Apertura lavori, a cura di Giuseppe Armocida ed Alessandro Corti
  • 10.00 Le polene, il sesso ed il mare di Claudio Bonvecchio
  • 10.30 Acque interne e la via del marmo (in riferimento alla prossima riapertura dei Navigli di Milano) di Roberto Biscardini
  • 11.30 La presentazione del libro Scomparse ed indimenticabili di Bruno Cianci, storico e giornalista, dedicato alle barche a vela andate perdute tra il 1885 ed il 1951
  • 12.00 Katahdin1899 e le gare dei rimorchiatori di Doug Leen
  • 12.30 la presentazione della Federazione Italiana Barche Storiche di Roberto Giacinti
  • 14.30 Bat di Paolo Lodigiani, il racconto dell’impresa della circumnavigazione dell’Italia con questo piccolo battello
  • 15.00 Il restauro di Alibabà del 1925, il primo 8 metri stazza internazionale italiano di Enzo Marolli
  • 15.30 Le vele dell’Amerigo Vespucci di Rossana Paloschi Zaoli, la descrizione delle vele realizzate per la famosa nave scuola della Marina Militare
  • 16.00 Oblio, l’ultimo clipper d’Argenteuil di Silverio Della Rosa, la storia del restauro di questa meravigliosa deriva aurica del 1893
  • 16.30 Concordia e il vapore sui laghi di Claudia Tacchella, la storia dei piroscafi a vapore ancora attivi sui laghi nazionali

Durante il convegno lo scultore valtellinese Davide Holzkhecht intaglierà con mazzuolo e scalpello la polena della goletta Pandora, raffigurante la figura mitologica, che verrà in seguito installata sull’imbarcazione: è l’occasione per vedere all’opera mani sapienti dedite ad un lavoro quasi dimenticato.

A causa dei posti limitati è necessaria la prenotazione online; il costo di partecipazione è di 60€a persona e comprende kit congressuale, coffee break aperitivo e pranzo al tavolo presso il ristorante Liberty dell’hotel.

Per informazioni e prenotazioni

www.veledepocaverbano.com/tra-legno-ed-acqua-2020/

A proposito dell'autore

Sono area manager di una multinazionale alimentare, ma in realtà viaggiatore "compulsivo" da tutta la vita, senza possibilità di guarigione, da quando ho capito che i viaggi sono la benzina per il motore della mia anima. Alterno viaggi di scoperta o fatti per nutrire la mente ad altri specificatamente pensati per le immersioni, fatte ovunque ci sia abbastanza acqua.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.