La pandemia da Covid 19 non ha fatto venir meno la voglia di vacanze tra gli italiani. In vista del mese di agosto, quindi, conviene premunirsi e adottare tutte le precauzioni utili per trascorrere un periodo di villeggiatura all’insegna della massima tranquillità.

Per esempio stipulando un’assicurazione viaggi, tenendo presente che quando ci si rivolge a un tour operator nel contratto deve essere indicata la responsabilità civile nei confronti del consumatore.

Al tempo stesso conviene leggere con la massima attenzione tutti i dettagli che sono riportati sul dépliant, avendo cura di farsi dare una copia del contratto con tanto di firma e timbro.

Come evitare le truffe

Un’assicurazione viaggi può alleviare molte preoccupazioni, ma è sempre opportuno essere cauti rispetto ai tentativi di truffa. A questo scopo è utile effettuare solo pagamenti che possano essere tracciati, per esempio su Iban.

Per quel che riguarda la documentazione, invece, il passaporto, la patente e la carta di identità non dovrebbero mai essere inviati, dal momento che potrebbero venire utilizzati con finalità non lecite.

Anche quando si prenota un biglietto aereo occorre stare in guardia rispetto a possibili frodi. I clienti, se i voli vengono cancellati o comunque subiscono un ritardo di più di 3 ore, hanno diritto a ottenere un rimborso di carattere economico; nel caso in cui il volo sia in ritardo di oltre 5 ore, vengono rimborsate tutte le spese, al di là del biglietto.

woman sitting on luggage

La casa vacanza

Nel momento in cui ci si accinge a prenotare una casa vacanza si deve verificare la descrizione della stessa, per poi appurare che le foto sono veritiere. Come fare? Niente di più facile: è sufficiente cercare le immagini sui motori di ricerca e capire se sono già presenti.

Meglio diffidare dagli inserzionisti che non forniscono un numero di telefono fisso; a loro, inoltre, deve essere richiesto il maggior numero possibile di informazioni.

Che cosa succede se il viaggio viene modificato

Un’assicurazione viaggi può intervenire, a seconda delle clausole, anche nel caso in cui la partenza venga rinviata. Se il viaggio viene solo modificato, magari per uno slittamento dei giorni o perché la categoria dell’albergo è differente, il cliente ha il diritto di annullare il contratto o addirittura di selezionare una vacanza differente senza che per questo debba pagare un prezzo più elevato.

Può accadere che un viaggio venga annullato per eventi gravi o per calamità naturali: se ciò succede, il cliente va informato in forma scritta. Egli può decidere se accettare un’offerta alternativa che gli viene proposta o se, invece, beneficiare del rimborso del viaggio.

brown nipa hut on body of water

I consigli per non cadere in trappola

I tranelli da parte dei malintenzionati sono ancora più probabili quest’anno, visto che tanti operatori turistici sono diventati più spregiudicati per colpa del Covid e, in particolare, degli investimenti che la pandemia ha mandato in fumo.

Ovviamente sarebbe sbagliato generalizzare e gettare la croce anche su tanti addetti ai lavori onesti, ma le segnalazioni giunte dai consumatori relative a potenziali truffe non sono poche.

È utile informarsi con cura sulle modalità di pagamento, sulle assicurazioni di responsabilità civile e sulle caparre.

Prendere casa in affitto

Se si scegliere di prendere casa in affitto, i rischi sono ancora più alti rispetto a quelli a cui si potrebbe andare incontro se si prenotasse una camera in hotel.

Stare attenti alle truffe è d’obbligo soprattutto se il prezzo del viaggio si rivela più alto di ciò che è indicato all’interno del contratto. Tale eventualità deve essere segnalata in modo chiaro, ma in ogni caso l’aumento non può essere di più del 10% rispetto al prezzo concordato.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.