Ho sempre detto che la Slovenia è una terra meravigliosa. Ci ero stato svariate volte in passato e ci sono sono stato anche di recente. Ho avuto modo così di scoprire nuove meraviglie della natura e di riscoprirne altre. Mi ha fatto molto piacere tornarci.

In tanti si limitano a scoprire le grotte di Postumia e il lago di Bled. Vi parlerò anche di queste due bellezze in questo post, ma ve ne farò scoprire altre, meno conosciute e meno famose, ma non per questo mene belle.

Cosa vedere in Slovenia

Il mio ultimo viaggio in Slovenia è stato un tour di 5 giorni alla scoperta di cibo, vino e bellezze naturali. Iniziamo proprio da quest’ultime, le meraviglie naturali: se qualcuno sta pensando di fare qualche giorno in Slovenia all’insegna della natura, vi lascio qui le 5 cose più belle da vedere in Slovenia Occidentale.

Il Lago di Bled

Romantico, suggestivo, scenografico ma anche troppo turistico. Entrato ormai di diritto nelle mete imperdibili della Slovenia, il Lago di Bled è forse la perla della Slovenia.

Vi consiglio di visitare il suo castello, che domina il lago dallo sperone di roccia su cui è stato costruito.

Potica

Per visitare invece la chiesetta al centro del lago, lo potete fare con giro in Pletna, la barchetta a remi che si tramanda di padre in figlio e che vi permette di raggiungere l’isola.

Qui vi suggerisco di fare due cose: assaggiare la potica, e visitare la chiesetta per suonare la campana e esprimere un desiderio.

Lago di Bled
Bled All’Alba

Una volta terminata la visita all’isoletta, vi consiglio anche una passeggiata lungo le rive del lago, una passeggiata molto rilassante lungo le verdi acque del lago. Al lago di Bled potete anche fare varie attività quali canoa, SUP e nuotare nel lago.

Lago di Bled

Visitare il lago di Bohini

E’ il lago più esteso della Slovenia ma è anche molto meno famoso rispetto al lago di Bled. Meno turistico e meno scenografico, il lago di Bohinj si trova a circa 20 minuti di auto da Bled. Si trova nel parco nazionale di Tricorno e le sue acque limpide ospitano varie specie di pesci e molluschi.

Lago di Bohinj

Il lago si trova vicino alla città omonima, una cittadina non caotica e nota per un turismo più “slow” rispetto al turismo più di massa di Bled: un turismo termale ma anche naturalistico grazie alla possibilità di fare passeggiate in montagna, dentro al parco di Tricorno.

Lago di Bohinj

Piuttosto, il lago di Bohinj mi ha impressionato non poco per la sua bellezza. Innanzitutto è stata una bella ed inaspettata sorpresa la sua scoperta. Poi ha degli angoli davvero carini.

Vi suggerisco vivamente il giro in barca che parte dal molo vicino alla città e che arriva fino al lato opposto del lago in mezzora, dove si trova un campeggio. Il lago, in particolare lungo la sponda nord è molto bello. Da visitare se siete nei dintorni di Bled.

Lago di Bohinj

Visitare le Grotte di Postumia

Le grotte più famose al mondo. Le ho viste svariate volte ma restano sempre davvero molto belle.

Grotte di Postumia

Le grotte di Postumia si compongono di tre livelli. All’ingresso, una guida vi attende e vi accompagnerà fino al punto in cui inizierà la vostra visita a piedi. La visita dura circa un’ora.

Tra le tante formazioni, potrete vedere Il Brillante, il simbolo delle grotte di Postumia, una vasca contenente i Protei, gli abitanti delle grotte, e passerete per la sala degli spaghetti per concludere il vostro giro alla sala dei concerti.

grotte di postumia

Se volete saperne di più, vi lascio il link relativo alla visita alla Grotte di postumia.

Cascate di Savica

Situate a 10 minuti di auto dal Lago di Bohinj si trovano le cascate di Savica.

Le cascate di Savica sono una vera forza della natura. Ve ne dà un assaggio il torrente che vedete all’inizio del percorso, con le sue acqua tumultuose.

Un cancello e la biglietteria segnano l’inizio del percorso. Da qui un percorso a piedi tra sentieri e gradini vi condurrà fino al punto panoramico delle cascate. Il percorso è di circa 20-25 minuti. Ma quando arriverete a destinazione, ecco il salto d’acqua in tutta la sua forza: lo potete ammirare da cabina di legno con vista sulla cascata.

Cascate di Savica

Il salto d’acqua è di 60 metri. Ma la forza, il rumore dell’acqua e la quantità della stessa riversata dal monte al terreno è talmente tanta da non far sentire niente altro e soprattutto l’umidità renda la vista difficoltosa se ci si avvicina troppo. Per vederla da vicino si scende tramite un piccolo sentiero fino al cancello che ne delimita la fine.

Cascate di Savica

Le acque delle cascata di Savica si immettono poi nel fiume Sava, che a sua volta è un affluente del Danubio. Si può dire che le acque delle cascate di Savica finiscano poi la loro corsa nel Danubio.

Alla scoperta delle grotte di San Canziano

Anche le grotte di San Canziano sono state una bellissima scoperta. Conosciute come Škocjanske Jame, situate a 3 chilometri dal confine italiano, a 3 km da Divača e a 15km da Trieste, sono delle grotte carsiche patrimonio UNESCO.

Le grotte di San Canziano si suddividono in due parti: nella prima parte si trova la grotta del Silenzio, una grotta che sinceramente non mi ha più di tanto impressionato, un lungo percorso con stalattiti e stalagmiti ma non in numero così elevato come a postumia.

La seconda parte è davvero qualcosa di assurdo – in senso positivo ovviamente – . Il fiume Reka ha scavato la grotta e generato la seconda parte di queste grotte, la grotta del Rumore. Questo perchè si sente lo scorrere del fiume 150 metri più in basso. Il fiume Reka è lungo 7 chilometri dentro la grotta ma è tutto il panorama dentro questa parte che è qualcosa da lasciare senza fiato e a bocca aperta.

grotte di San Canziano

Sembra quasi uno scenario da mondo sotterraneo, un mondo totalmente diverso da quello terreno popolato da una popolazione a parte.

La grotta del rumore ha un percorso che si snoda lungo le pareti della grotta. C’è però un ponte che attraversa il fiume ad un’altezza di 150 metri dove sotto scorre il Reka. Una volta attraversato il ponte, dall’altra parte si vede bene il sentiero che una volta usavano i primi speleologi, nel 1800 durate la prima scoperta.

San Canziano le grotte

Alla fine del percorso delle vasche di pietra: assomigliano molto alle vasche di Pamukkale in Turchia, solo che quelle delle grotte di San Canziano sono rosse e decisamente molto molto più piccole.

All’interno delle grotte non è consentito fare foto. Noi avevamo un permesso speciale per scattarne qualcuna.

Grotte di San Canziano

Dove dormire

Durante il mio viaggio in Slovenina abbiamo dormito nei seguenti Hotel:

  • A Bled abbiamo dormito all’Hotel Park Bled. Davvero una bella struttura proprio in riva al lago. Recentemente rinnovata, ha camere moderne anche fronte lago.
  • Alle grotte di Postumia dormito all’Hotel Jama, l’unico hotel fronte alle grotte, moderno e recentemente rinnovato, con vista sul parco fronte alle grotte.
  • A Bohini, abbiamo dormito al Bohinj ECO Hotel, una struttura ecosostenibile poco lontana dal lago: utilizza LED a bassissimo consumo, sottrae all’acqua di docce e lavandino il calore e lo riutilizza tramite scambiatori di calore. Inoltre ha un pozzo geotermico di 430 metri di profondità che serve a riscaldare l’acqua dell’Hotel.
Lago di Bohinj
  • Sempre a Bohini si trova il 7 Roses, un Boutique Hotel per soli adulti, adatto a chi volesse staccare dal digitale per una vacanza Digital Detox. Pensate che non hanno connessione WIFI ne TV in camera. Bello eh? 🙂
Dove Dormire in Slovenia

Post in collaborazione con Best Stress Story.

A proposito dell'autore

Luca Pery

Sono Veneto e sono cresciuto in quel di Caorle, un perla che si affaccia sull'Adriatico. Amo viaggiare con i miei inseparabili compagni di viaggio: la mia compagna e i nostri due figli. Mi organizzo e vivo i miei viaggi per poi raccontarli. Tornare a casa mi rende triste, ma per buttare via la tristezza mi preparo subito per organizzare il prossimo viaggio verso una nuova destinazione.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.