Libri e viaggiSembra che il post della settimana scorsa sia piaciuto.

Almeno è piaciuto da matti a me scrivere per unire due passioni grandi per la sottoscritta e per tante altre persone. Fondalmentalmente, ci ho pensato solo oggi, il racconto e la divulgazione nascono proprio a supporto di grandi viaggi da raccontare.

Mi viene da dire che l’Odissea sia la prima vera guida per un viaggio come si deve nel mediterraneo. Questo, ovviamente, supponendo che le terre raccontate da Omerio siano quelle del Mare Nostrum tanto caro a molti.

C’è chi invece ha saputo rendere l’Odissea un viaggio nelle terre scandinave.

E proprio da qui parte la mia lista di questa settimana.

Se un giro nel Baltico vi sembra una buona idea ma non sapete che letteratura andare a pescare, io vi consiglio Felice Vinci e il suo Omero nel Baltico. Potrebbero sembrarvi, a prima vista, delle teorie strampalate e buttate là. A mio personale avviso non è così ma sicuramente questo libro potrebbe regalarvi dei nuovi spunti per un viaggio fuori dal comune in pieno Baltico.

Se volessi andare in Messico?

Beh … qui potremo starci ore.
Partiamo con Puerto Escondido di Pino Cacucci. Ispiratore del celebre film di Salvatores, il libro di Cacucci è qualcosa di davvero imperdibile se la vostra destinazione sono le spiaggie dello stato di Oaxaca.

E se volessi un’atmosfera centro-americana giusta per il Caribe?

Qui affidatevi al grande Marquez e al suo L’amore ai Tempi del Colera. Nessuno è capace di raccontare il Caribe “di terra” meglio di Gabriel Garcia Marquez. Il bello di questo romanzo sta nel fatto che non si parla di una splendida ed ipotetica Macondo. Qui tutto esiste ed è tangibile con un bel viaggio in Colombia.

Ed io che sogno il grande Sud del Sud America?

Qui vi do solo due nomi che assieme dicono molto. Uno è Bruce Chatwin che con In Patagonia regala itinerari molteplici.
Il secondo Francisco Coloane e il libro che vi consiglio è Una vita alla fine del mondo.

E se andassi a Cuba?

Qui toccate una vena aperta per la sottoscritta ma vi do solo due consigli perché le visoni sull’Isla Grande sono così molteplici da confondere a volte. David Riondino collaborò con altri per scrivere una “contro-guida” sui viaggi verso Cuba. Questo libro si chiama Viaggio a Cuba e per me è una guida imperdibile.

Per potersi godere al massimo certe atmosfere tipicamente e solamente cubane bisogna però rivolgersi al grande Hemingway e il suo il Vecchio e il Mare.

Pazienza se avete visto mille volte il film o letto diecimila volte il libro.

Trovarsi sul molo del porto di Cojimar e rileggersi frasi come “tutto era vecchio tranne i suoi occhi” non ha veramente prezzo.

Siccome il mondo è grande ed io non ho ancora finito di consigliare libri … beh… ci leggiamo la settimana prossima per Libri & Viaggi Revolution!

A proposito dell'autore

Giovy Malfiori

Travel blogger e scrittrice freelance: classe 1978, sbrindola, poliglotta e viaggiatrice per indole. Nasco e cresco in Veneto, divento grande in Svizzera per poi coltivare le gioie del cuore in Emilia. Mi piace viaggiare con i mezzi pubblici, con gli occhi ben aperti e con il cuore curioso. Ho una passione sfrenata per le Isole Britanniche e per i piccoli luoghi che non aspettano altro che essere raccontati.

Post correlati

9 Risposte

  1. Marco
    Marco

    Che dire: un’altra lista di ottimi libri da leggere – In più suddivisi per destinazione. Ottimo post.
    Mi manca “Una vita alla fine del mondo” e “Viaggio a Cuba”: vedo di procurarmeli il prima possibile. Mi piacciono davvero molto queste letture 🙂

    Rispondi
  2. Devis

    Io consiglierei questa come una rubrica fissa. Chi meglio di te può consigliare??? FAVOLOSA!!!!! 😀

    Rispondi
  3. Valentina

    Anche secondo me è ideale come rubrica fissa! Grazie a Giovy per il consiglio sul libro da leggere per Istanbul: ho già tra le mani Costantinopoli di De Amicis e lo sto iniziando in questi giorni!! 🙂

    Rispondi
  4. Manuela

    Anche io consiglierei una rubrica fissa! 🙂
    Mi azzardo ad aggiungere una lettura appena terminata sul Nepal : Sette fiori di Senape. Bellissimo!

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata