Va fatto. Almeno una volta nella vita al Carnevale di Venezia bisogna andare!

E spinti da questa ‘regola di vita’ abbiamo prenotato per il primo week end di Carnevale un hotel a Mestre …E ne siamo tornati entusiasti! Va fatto perchè Venezia è da vedere sempre. Perchè il carnevale di Venezia è un carnevale completamente diverso da quello a cui siamo abituati, con i carri, i personaggi d’attualità, i coriandoli e le stelle filanti. Perchè a Venezia il carnevale è una festa che prende tutta la città in ogni momento della giornata, perchè il sipario non cala mai, perchè si incontrano mille e stupende maschere ad ogni angolo.

In più abbiamo avuto una grande fortuna con il tempo, sole bellissimo e splendente entrambi i giorni, forse un po’ freddo ma sopportabilissimo. E abbiamo avuto la fortuna di assistere allo spettacolo di Dario Fo il sabato sera in Piazza San Marco: vedere un premio Nobel non capita proprio tutti i giorni! Allora eccoci qui per qualche chicca che forse vi potrà far godere ancora di più del soggiorno: – noi abbiamo pernottato a Mestre, all’Hotel San Carlo: onesto, pulito, un po’ vecchiotto come arredamento ma direi che ha assolto benissimo al suo compito! 75 euro a notte per una doppia nel periodo del Carnevale è anche un buon prezzo. Alle spalle dell’hotel c’è la fermata del pullman che in 15 min porta in Piazzale Roma, altrimenti con una passeggiata di una mezz’oretta si arriva in stazione.

– abbiamo camminato TANTISSIMO per calli e campi, ma se preferite spostarvi in vaporetto sappiate che la tariffa per ogni tratta è 6.50 euro, per cui piuttosto è bene informarsi per i biglietti che coprono un periodo di tempo più lungo, es. 12 o 24 ore, in modo da ammortizzare la spesa – per farvi truccare troverete un sacco di banchetti, a partire dal piazzale davanti alla Stazione di Santa Lucia, e poi sparsi ovunque per Venezia: il costo davanti alla stazione è 3 euro per mezza faccia, 5 per tutta. – in alternativa, avrete a disposizione un numero sterminato di bancarelle o negozi che vendono maschere, qualcuna fatta ‘industrialmente’, qualcuna fatta a mano in cartapesta e dipinta a mano, con prezzi però tutto sommato abbordabili: io ho preso una mascherina a 15 euro, e ne rimane anche uno splendido ricordo! – da provare assolutamente le frittelle veneziane, semplici o con ripieno di crema o zabaione! Al costo di 1 euro, 1.10 euro ne troverete ovunque. Da provare le ‘torte veneziane’ (non so se si chiamino così, ricordano il pan del pescatore genovese e sono al cacao o al pistacchio, e si trovano sia vendute a fette che come biscottoni .. Ottime!!).

– per pranzare o cenare, o vi rivolgete ai vari Mc Donalds e baretti che trovate in giro e risolvete con un panino, oppure vi buttate in una delle numerose trattorie che propongono menù turistico. Qui un’accortezza: allontanatevi il più possibile da Piazza San Marco dove una carbonara può arrivare a costare anche 22 euro (giuro!), e in ogni caso prestate molta molta attenzione ai costi ‘non dichiarati’ in modo anche un po’ disonesto. Noi abbiamo pranzato con un menù turistico a 15 euro .. Buon prezzo, no? Peccato poi che una birra sia costata 5.20 euro, una mezza bottiglia d’acqua 3.10, un caffè 3 euro e il tutto sia ricaricato del servizio del 12%! Il grosso della festa nasce e si concentra in Piazza San Marco, ma consultate il programma: ci sono molte iniziative un po’ sparse ovunque! Buon Carnevale!

A proposito dell'autore

iFioriDiLisbeth

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata