E’ un piacere intervistare Daniele Barbagallo, da quasi un anno in viaggio tra Cina e Australia.

QUANDO E PERCHÉ HAI DECISO DI PARTIRE? È STATA UNA DECISIONE IMPROVVISA O FRUTTO DI RIFLESSIONI?

La mia amatissima terra sicula, da cui provengo, cominciò a starmi stretta circa un anno fa. A fine settembre 2011, dopo il rientro da una breve viaggio in Tunisia, neanche feci in tempo a disfare i bagagli, che decisi di partire per la Cina. L’Australia allora non era minimamente nei mie piani, né tanto meno avevo mai pensato di andare dall’altra parte del mondo per viverci!

Arrivai quindi in Cina dove mi aspettava la scuola presso la quale avevo prenotato il mio percorso marziale: essendo un appassionato di arti marziali, avevo infatti deciso di studiare la vera arte marziale con i monaci Shaolin, un’esperienza fantastica!

Finita la scuola girai un po’ la Cina, tra cui Beijing (Pechino) e Shanghai, entrambe stupende. Da lì uscii dalla Cina via Hong Kong, terra nativa di Bruce Lee, personaggio che ammiro molto.

Tramite un amico siciliano venni quindi a conoscenza della possibilità di poter lavorare per due anni in Australia con il Working Holiday Visa. Senza pensarci troppo, preparai al volo tutto il necessario e partii per la Thailandia. Restai 10 giorni a Bangkok in paziente attesa del visto per l’Australia.

Arrivai a Melbourne i primi giorni di Novembre. Mi misi subito in moto per cercare un lavoro e in poco tempo trovai un posto come Dishwasher (Lavapiatti) presso un ristorante siciliano.

Con il tempo, trovai anche un secondo lavoro come pizzaiolo. Un giorno venni a conoscenza tramite mia madre (che ancora è lì, poveretta, che aspetta il mio ritorno) del fatto che la mia famiglia aveva parenti in Australia, a Sydney. Così a Febbraio 2012 partii per Sydney.

Da lì mi spostai ad Orange, una città che dista 300 km da Sydney, dove trovai un lavoro nelle farm, nella raccolta delle mele. Tornato a Sydney, lavorai per un azienda di trasporti e di nuovo in una farm ma ormai la voglia di viaggiare si era impadronita di me, così cercai una compagna di viaggio e la trovai in una bella SUZUKI BANDIT 1200, fu amore a prima vista!

Partii a giugno per Brisbane, nel Queensland. Dopo aver vissuto e lavorato anche a Maleny, ora mi trovo a Bundaberg, dove lavoro come wwoofer, circondato da magnifici cavalli e tanto altro.

Ancora mi spettano 1600 km per la mia meta prestabilita, Cairns, dove vorrei fare lo skipper di barca e la guida subacquea. Il futuro in ogni caso è tutto da scrivere, il presente lo vivo di giorno in giorno, sempre con il sorriso stampato in faccia ed ottimista!

COME TI ORGANIZZI PER I RIFORNIMENTI? COME PER GLI EVENTUALI RICAMBI DELLA MOTO? E PER DORMIRE?

Per il momento, viaggiando sulla costa, non ho ancora avuto difficoltà nei rifornimenti. Se ho bisogno di qualche pezzo per la moto di norma lo ordino via internet e lo faccio recapitare presso un ostello dove  penso di fermarmi. Per dormire scelgo, infatti, i backpacker anche se qual volta utilizzo la casa portatile a 3 posti che ho realizzato con le mie mani e di cui sono molto orgoglioso.

QUALE È IL PIÙ IMPORTANTE INSEGNAMENTO IMPARATO SINORA?

Non farsi influenzare nelle proprie scelte dagli altri e, per quanto riguarda la moto, prepararla con cura quando si ha la possibilità di farlo, non quando si ha la necessità di partire!

QUALI SONO LE PRINCIPALI DIFFICOLTÀ INCONTRATE SINORA?

Il fatto di essere partito senza conoscere l’Inglese, per tutto il resto ci si arrangia, basta avere spirito di adattamento e non lasciarsi scoraggiare.

5 DOMANDE A RISPOSTA SECCA:

  1. L’incontro più memorabile nel tuo viaggio? I parenti di Sydney, davvero delle persone strane!
  2. Il cibo più strano mangiato? Yogurth con frutta esotica e cipolle
  3. Il luogo in cui non torneresti? L’Italia, almeno per il momento…
  4. Quello, invece, in cui potresti persino trasferirti? Ancora lo sto cercando, in ogni caso un post nel Queensland, in Australia
  5. Non partiresti mai senza… Macchina fotografica e un bel libro

A proposito dell'autore

Aritravelplan

Travel Planner per passione. Moglie e mamma adottiva di Calimero e Silente, viaggio da sola da quando ho 12 anni e voglio vedere tutto il mondo!

Post correlati

3 Risposte

  1. viovyo

    Per DANIELE BARBAGALLO MI PUOI DIRE COME SEI RIUSCITO DI ENTRARE IN UN TEMPIO SHAOLIN E ANO QUALCHE TASSE DA PAGARE.SARESTI MOLTO FELICE E CONTENTO DI AIUTARMI CON QUESTE INFO.GRAZI DI CUORE❤

    Rispondi

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: