Il primo volo charter atterrato sulla piccola pista di atterraggio dell’isola di Maiorca, la più grande della Baleari, risale al lontano 1950. Oggi il numero di visitatori dell’isola si aggira sui dieci milioni, che ogni anno invadono l’isola abitata da soli 800.000 residenti per lo più concentrati nella capitale Palma di Maiorca.

Palma di Maiorca è il centro principale dell’isola: la costa, dominata a nord dalla catena montuosa Sierra de Tramontana, è una bellissima regione di oliveti, boschi di pini e villaggi color ocra, con una costa scogliera di grande bellezza. La costa nord di Maiorca è costituita da due zone principali: la Badia de Pollença e la più grande Badia d’Alcúdia.
 A Pollença si trovano bellissime spiagge di sassi poco affollate. 
Ad Alcúdia si trova la famosa spiaggia Platja d’Alcúdia: una spiaggia di sabbia sottile, vigilata e con onde basse.

palma_hola-amic

La costa orientale è una stringa quasi continua di baie sabbiose e spiagge aperte, il che spiega i grandi sviluppi turistici avuti. Le spiagge con servizio bagnino e sabbia sono le più affollate, ma anche qui si trovano alcuni angoli di paradiso, come Cala Mitjana, una spiaggetta di sabbia poco frequentata, raggiungibile percorrendo a piedi una strada privata che porta dalla vicina s’Horta a Cala Fe. La famosa spiaggia di Sa Coma, che dista pochi chilometri da Portocristo, si trova invece in una zona ricca di hotel e servizi e risulta particolarmente comoda per una giornata di mare e divertimento.

 La capitale, Palma di Maiorca, si trova in una baia famosa per i suoi tramonti dai colori brillanti.

La gente del posto chiama Parte Forana (parte esterna) tutto ciò che sta al di fuori dei confini della capitale.
La maggior parte della costa è fiancheggiata da ruvide scogliere che nascondono alcune preziose calette che si ammirano in maniera eccellente da una nave da crociera , dove si può scendere in spiaggia, mentre l’interno è in gran parte costituito da una fertile pianura conosciuta come Es Pla.
 Le spiagge nei pressi della capitale sono poco frequentate e alcune presentano ancora un paesaggio naturale pressoché intatto, come Cala en Tugores, una spiaggia di sabbia e sassi ricca di vegetazione e fauna. La comoda Cala Galiota, che è più adatta al relax e alla tintarella, si raggiunge in auto o in autobus e si trovano tutti i servizi nell’arco di poche decine di metri.

Se si noleggia un’auto si può arrivare dalla capitale a Valldemossa in pochi minuti e ammirare le belle montagne a nord ovest e raggiungere il paese dove il compositore Frederic Chopin visse con la sua fidanzata, la scrittrice George Sand. Guidando per altri dieci minuti si arriva nel villaggio di Deià, ex casa del poeta Robert Graves. Andando a sud est di Palma, si trovano i villaggi dei pescatori e le magnifiche scogliere. Un paesaggio suggestivo fatto di fortezze, monasteri, spiagge, tesori, miti e leggende, contrastano il paesaggio turistico dei campi da golf, spiagge attrezzate e discoteche all’aperto.

A proposito dell'autore

Redazione

Notizie, offerte di viaggio, proposte, eventi, spettacoli, itinerari e molto altro ancora scelti per voi da Marco e Felicity

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata