Maggio e giugno sono indubbiamente le stagioni migliori per visitare il Gargano e la Puglia: pochissima gente, temperatura gradevole, giornate lunghe. I prezzi di hotel e alberghi sono più contenuti rispetto ai mesi estivi e la gente del posto è più accogliente.

Rodi Garganico è un buon punto di partenza per esplorare la costa: in questo pittoresco paese affacciato sul mare soggiorniamo presso l’Hotel Borgo Marina, un albergo a gestione famigliare a due passi dal mare e dal centro storico di Rodi.

Dedicate almeno un giorno per visitare le isole Tremiti, distanti circa un’ora di traghetto (o quaranta minuti con catamarano) dal porto di Rodi: queste isole sono tanto belle quanto care e affollate da turisti a luglio e agosto, ma tranquille il resto dell’anno. Evitate i weekend e non fidatevi troppo dei tour organizzati, anche se non potete perdervi un giro in barca dell’isola. Passeggiate per i vicoli dell’isola di San Nicola, centro storico e religioso delle Tremiti: dalle mura delle sue fortificazioni potrete ammirare il paesaggio mozzafiato dell’arcipelago, con acque color smeraldo. Sull’isola si trovano B&B e hotel, ma documentatevi e prenotate prima di arrivarci per evitare brutte sorprese al momento di saldare il conto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per vedere la costa del Gargano non c’è mezzo migliore che la barca: chiedendo al proprio hotel si possono avere informazioni su costi e orari delle escursioni in barca che ogni giorno partono da Rodi e si dirigono a sud lungo la costa passando per le località di di San Menaio, Peschici e Vieste. Lungo il tragitto si possono ammirare i trabucchi ovvero le caratteristiche piattaforme utilizzate dai pescatori per la pesca. Il bello di questa escursione è che si ha la possibilità di ammirare insenature, grotte, callette, raggiungibili solo dal mare.

Merita una visita anche il lago di Varano, il lago più esteso dell’Italia meridionale e conosciuto per la ricchezza di specie ittiche delle sue acque, che ne favoriscono la pesca, in particolare delle anguille e dei capitoni.

Quando ne avete avuto abbastanza di mare, dirigetevi verso l’entroterra in direzione Vico del Gargano, classificato come uno dei “borghi più belli d’Italia”: uno dei paesi più caratteristici e romantici della Puglia, un susseguirsi di viuzze, vicoli e stradine. Un borgo antico il cui santo patrono è San Valentino, protettore degli agrumeti: ogni anno, il 14 febbraio, le strade del centro vengono addobbate con arance, limoni e foglie d’alloro per giorni di festa e allegria. Fermatevi per qualche giorno a Vico, magari presso il B&B Pizzicato casa vacanze, per visitare la Foresta Umbra il polmone verde del Parco Nazionale del Gargano, il quale si sviluppa fino a circa 830 metri di altitudine. La sua foresta millenaria ha conservato quasi integralmente il suo manto vegetativo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Dove si trova il Gargano?


View Larger Map

A proposito dell'autore

Marco

Viaggiatore per il mondo con oltre 100 nazioni visitate nei 5 continenti. La passione per i viaggi è accompagnata da quella per la fotografia. Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com

Post correlati

4 Risposte

  1. melissa

    se andate nel gargano….dovete necessariamente fare una tappa culinaria al trabucco in località montepucci- 71010 – Peschici (FG)
    cell: 345.8933151, sulla litoranea san mennaio-peschici.
    Inoltre se girate il gargano in macchina e non in barca, fate tappa a zaiana, una baia stupenda…

    Rispondi
  2. Luigi

    da garganico doc, ti devo fare i complimenti per l’ottima sintesi letteraria e fotografica ma… il Gargano e molto più! 😉

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: