Con l’arrivo della primavera è facile distrarsi immaginando dove trascorrere le vacanze estive tanto sognate. Ho sempre pensato che l’Italia non avesse nulla da invidiare in quanto location sul mare alle classiche mete esotiche e me ne sono convinto ulteriormente visitando il Salento, un luogo che sento di consigliare a quanti desiderano trascorrere le giornate estive tra mare, divertimento e cultura.

salento_maruggio_Giovanni Orlando

Bagnato dal Mar Ionio e dall’Adriatico, il Salento ospita alcune delle location turistiche più gettonate della Puglia e siti interessanti poco esplorati dove il contatto con la natura è diretto.

Quanto ai luoghi da non perdere in Salento, un’attenzione particolare la merita sicuramente Porto Cesareo, cittadina situata a pochi km da Lecce, che si affaccia sul Mar Ionio, in corrispondenza della parte orientale del Golfo di Taranto. Il litorale è adatto a trascorrere intere giornate in spiaggia, caratterizzato da lunghe distese di sabbia dorata dai granelli finissimi e dalla presenza di dune e lagune. La costa della zona presenta isolotti e promontori, cale sabbiose e basse scogliere che è possibile ammirare da una delle torri costiere di avvistamento aperte al pubblico.

Scendendo poi più a sud lungo il Tacco d’Italia e senza abbandonare il versante ionico, la cittadina di Gallipoli ospita una delle coste più belle ed è il polo del divertimento by night dell’intera zona con una ricca lista di locali sulla spiaggia e in città. Ho apprezzato Gallipoli anche per il suo borgo storico, situato su un’isola di origine calcarea un tempo unita alla terraferma da un istmo e caratteristico per le sue vie strette e tortuose.

Il versante adriatico del Salento non ha, secondo me, nulla da invidiare al versante ionico ospitando alcuni dei posti che più mi sono rimasti impressi come la cittadina di Otranto e Santa Cesarea Terme, comune nel quale si apre la meravigliosa località costiera di Porto Miggiano, popolatissima d’estate.

Salento_Otranto di notte

Il borgo di Otranto è famoso per i suoi avvenimenti storici come il massacro dei “Martiri d’Otranto” ad opera dei Turchi in epoca medievale. Interessante sotto il punto di vista culturale, la cittadina è nota poi per le vie interne che d’estate sono affollatissime e piene di locali e negozi aperti tutta la notte.

Cala di Porto Miggiano è invece una caletta rocciosa in grado di affascinare chiunque per i suoi scorci mozzafiato, per il paesaggio circostante e le differenti tonalità di colore del suo mare. Luogo ideale se siete appassionati di lunghe nuotate o gite in barca, è situata poco distante da Santa Cesarea Terme, altra cittadina che consiglio vista l’importanza che riveste per il fenomeno delle sorgenti termali lungo le sue coste: acque salsoiodiche e sulfuree situate all’interno di quattro grotte naturali lungo la scogliera e le cui temperature variano a seconda dell’ubicazione.

Cala di Porto Miggiano dall'alto

A proposito dell'autore

Marco e Felicity

Marco e Felicity, in viaggio per il mondo dal 2004 con oltre 100 nazioni visitate in 5 continenti. Prima viaggiatori e poi travel blogger, sognatori e sempre in cerca di nuove avventure.

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: