Vivere un parco divertimenti come Mirabilandia, ad inizio giugno è avere la conferma che la scuola é finita e le vacanze sono in arrivo. Viverlo senza bambini è ricordarci che il divertimento non ha età. Chi di noi adulti in fondo non si è sentito un po’ come Pinocchio, quando il monello Lucignolo lo ha condotto fra le luci festanti del paese dei Balocchi?

Ecco, Mirabilandia è un luogo dove dimenticare l’età, mollare qualche inibizione, provare emozioni e limiti. È un parco sia di tipo tematico che acquatico, fra i più grandi in Italia, sempre in evoluzione e trasformazione. Adulto quasi forse come me, negli anni, il suo marketing ha dialogato con i sogni dei ragazzi, i desideri ad occhi aperti dei bambini e il relax degli adulti, creando nuove aree, aprendo nuovi spazi, innovandosi nell’idea del divertimento.

Mirabilandia

Quello attuale è un parco veramente polivalente, dove ogni persona che varca l’ingresso può indipendentemente dall’età e la compagnia trovare come stare bene e divertirsi. L’ultima area tematica inaugurata 11 giugno è la Far West Valley dove, camminando fra saloon e case di legno, si possono vivere esperienze avventurose con cowboy e rodei.

Siamo stati fra i primi fortunati a cavalcare il nuovissimo disco coaster Buffalo Bill Rodeo che permette di essere protagonisti di un rodeo a cavalcioni di un disco che ruota attorno al proprio asse e compie un percorso lungo un binario di 80 metri, raggiungendo l’altezza di 13 metri. La sensazione è realmente quella di cavalcare un toro da rodeo. Come per ogni area tematica, difficoltà, divertimento e coraggio sono a misura di ciascuno di noi.

Mirabilandia

Una recintata e comoda area divertimento a tema “vecchio west” accoglie i più piccoli con tantissimi giochi all’aperto, mentre per i più grandi, e forse più coraggiosi, tante le opportunità che danno la possibilità di provare la propria audacia. Geronimo, ad esempio, è l’attrazione pensata per tutti. Qui, seduto in sicurezza su una delle torri interattive, si può simulare la scalata da terra fino a nove metri di altezza, tramite un sistema di corde e carrucole.

Per chi ama gli agi pur nel brivido, Aquila Tonante è un kite flyer speciale a due che permette di viaggiare sdraiati a pancia in giù. È rilassante ed allo stesso tempo divertente trovarsi a girare come fossimo sdraiati su di un letto, con l’aria che si muove attorno. Poi le altissime Oil Towers, le torri gemelle petrolifere che lanciano i passeggeri per 60 metri d’altezza a 80 chilometri orari, una in cielo e l’altra in caduta libera.

Mirabilandia

Questo il divertimento nel movimento al sapore del west, poi ci sono negozi, ristoranti, spettacoli e comparse con costumi degne di un film di John Wayne  per arricchire l’ambientazione. Ma il divertimento non gira solo su ruote e mirabolanti giochi e le attrazioni della Far West Valley non finiscono di stupire. Fra di esse la Dead Town, una casa del terrore con attori veri capace di regalare le emozioni di un’avventura unica nel suo genere fra cimiteri infestati, labirinti psichedelici, vecchie miniere e foreste maledette.

Nei due giorni trascorsi ho passato molto tempo in questa sezione senza tralasciare altri spazi, provando una sensazione di adrenalina che ti rimane per ore fra i denti. Non avevo ben capito cosa fosse iSpeed. Questa attrazione offre l’emozione di sfrecciare alla velocità di una monoposto di Formula 1, accelerando da 0 a 100 chilometri orari in 2,2 secondi, su curve mozzafiato facendo piroette fino a 55 metri di altezza. Ti siedi, parti e in due secondi ti senti trasportato ad una velocità pazzesca dove l’equilibrio e la gravità sono concetti relativi.

Katun è l’altra esperienza adrenalina. Guardandolo capisci cosa esso sia. Katun non ama i compromessi. Si deve essere sicuri di sé lo si vuole affrontare. Katun è un viaggio per temerari nell’antica città Maya di Sian Ka’an: il coaster sfreccia tra templi e piramidi a 110 chilometri orari per 1200 metri con le gambe nel vuoto, passando sopra le teste di chi resta a terra. Nelle zone limitrofe senti solo il boato della macchina che scorre e le urla di chi vi è sopra.

Mirabilandia è poi spettacoli, valle dei dinosauri, aree acquatiche, negozi, ristoranti, la ruota panoramica più alta in Europa continentale, sale giochi, giostre classiche, monorotaia e tanto altro. Fra le molteplici attrazioni, una degna di attenzione, anche e sopratutto per la sua ambientazione, è Reset. Chi vuole compiere un viaggio fra le rovine della metropolitana di una New York post-apocalittica, e vivere un incubo, può recarsi qui! Una dark ride emozionante, un percorso che dovrai affrontare nell’oscurità. Nei tunnel, il visitatore, armato di pistole laser colpisce più bersagli possibili. Chi raggiungere il punteggio più alto ne esce vivo! Ed io ne sono uscita viva!

Mirabilandia

Un fine settimana a Mirabilandia vuol dire provare tanti tipi di divertimento, relax ed emozioni. Qualsiasi fra di esse si preferisca, tre i piccoli suggerimenti che desidero offrirvi:

  • Acquistare un Flash Pass. Ha diversi costi a seconda del servizio; la fascetta che fa saltare le fila è un buon mezzo per vivere al pieno il tempo dentro al parco giochi. Le attrazioni hanno infatti dei tempi abbastanza corti. Si rischia di perdere tante occasioni se si trascorrere molto tempo in fila.
  • Scaricare l’app che vi permette di visualizzare in live attrazioni ed eventi, localizzarvi, avere info, localizzare.
  • Il secondo giorno, timbrata la prima uscita, l’ingresso è gratis!
Foto di copertina: Jeremy Thompson

A proposito dell'autore

Barbara Ciccola

Insegnante di professione, turista per passione, fotografa per diletto. Amo sognare e progettare i miei viaggi come un modo per conoscere e scoprire me stessa. Parecchi i viaggi fatti, molti di più quelli ancora da fare e da raccontare.

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: