Perché la Sardegna è l’isola del benessere

La qualità della vita del posto in cui viviamo è determinata da una serie di fattori che non dipendono solo dal costo. Ci sono luoghi nel mondo per i quali la qualità del vivere sano e felice influisce positivamente sull’aspettativa di vita e, tra questi, la Sardegna figura tra i primi posti. Difatti, come vedremo a breve, l’isola ospita un incredibile numero di ultracentenari grazie allo stile di vita benefico e rigenerante.

È proprio per questo che ti suggeriamo di prendere la Sardegna in considerazione come meta per le tue prossime vacanze. Se cerchi relax, riposo e ristoro la Sardegna è l’isola che fa per per te!

Bando agli indugi quindi e prenota subito il tuo prossimo viaggio in Sardegna dando, come prima cosa, uno sguardo alle offerte in corso per i traghetti per la Sardegna a meno che non optiate per l’aereo come mezzo di trasporto.

L’aereo potrebbe essere a prima vita il mezzo di trasporto più comodo per raggiungere la Sardegna, ma è in realtà l’auto è il mezzo più adatto per scoprire l’isola, perchè ti permette di spostarti in totale autonomia senza dover noleggiare un auto in loco.

Ma vediamo quali sono i motivi per i quali vale la pena visitare la Sardegna.

La Sardegna è un’isola “blu”

Come anticipato la Sardegna gode di un incredibile primato che riguarda proprio la qualità della vita per la quale è stata riconosciuta ufficialmente come “zona blu”. Questo riconoscimento è dovuto all’aspettativa di vita che sarebbe tra le più longeve al mondo e per la quale l’isola ospita il maggior numero di ultracentenari in ottima salute. Le ragioni? Tutto dipende dallo stile di vita che è fatto di genuinità e relax in una cornice naturalistica tra le più meravigliose del nostro Paese.

Non devi pensare alla Sardegna come a un’isola dal lusso sfrenato perché dietro le coste prestigiose che richiamano VIP e miliardari c’è un patrimonio naturale e culturale tutto da scoprire.

Ovviamente questi patrimoni naturali e culturali devono essere conservati e protetti, per cui ogni turista che approda sull’isola deve rispettare le spiagge e le riserve naturali del luogo, per far sì che queste rimangano incontaminate e rigogliose.

Tra le riserve naturali vale la pena citare l’Area Marina Protetta di Capo Testa – Punta Falcone che si trova all’estremità nord-occidentale della Sardegna. Il paesaggio costiero di questa zona è contraddistinto da una morfologia che si snoda tra a baie e promontori, con strette insenature, isolotti e scogli.

Anche a biodiversità marina dell’area è notevole e tra le specie della zona si segnalano il corallo rosso (Corallium rubrum), il falso corallo nero (Savalia savaglia), le gorgonie (Paramuricea clavataEunicella cavolinii), la cernia bruna (Epinephelus marginatus).

L’area di Capo Testa è altresì importante per le numerose specie di uccelli pelagiche, come il marangone dal ciuffo e il gabbiano corso.

Capo Testa Sardegna
Capo Testa

Buone abitudini

Tra le buone abitudini che incrementano l’aspettativa di vita della Sardegna c’è una vita all’insegna del movimento. Prendere la macchina per spostarsi è un’abitudine piuttosto rara se consideri anche che non sono presenti autostrade.

Andare a piedi fa bene alla salute ma riduce anche le emissioni ambientali per cui tutti ne beneficiano in termini di salute. L’attività fisica, dunque, non viene vissuta come un obbligo a cui conformarsi frequentando la palestra ma è qualcosa che fa parte delle giornate degli isolani che non perdono occasione per darsi da fare.

Per cui anche durante il tuo viaggio dedica del tempo all’attività fisica, facendo magari jogging tra un paesino e l’altro dell’entroterra Sardo, oppure praticando del nuoto nelle acque cristalline di questa isola.

Ma anche bicicletta ed escursioni a piedi sono tra le attività sportive che si possono praticare in Sardegna.

in bici in Sardegna

Ottima alimentazione

Il fatto che tutto sia incontaminato e poco inquinato si ripercuote positivamente anche sull’alimentazione. Tra le ragioni per cui la Sardegna offre un’aspettativa di vita così elevata c’è anche la genuinità degli alimenti prodotti per la maggior parte direttamente sull’isola.

Il nostro consiglio è quello di non tralasciare questo aspetto andando alla ricerca dei prodotti tipici da gustare proprio come farebbe un isolano. Scoprirai ottime abitudini a tavola come quella di consumare meno pane che, invece, è sostituito dal “carasau” o da freschi pinzimoni a base di verdure locali appena colte.

Non è un caso se le preparazioni sono tutte piuttosto semplici e poco grasse così come le cotture che, tuttavia, non rinunciano mai alla sapidità e al gusto.

Fermati quindi per pranzo in una trattoria locale, fuori dai grossi centri turistici, e troverai cibo locale a buon prezzo, accompagnato da dell’ottimo vino nostrano: non spenderai più di 15 euro a testa e mangerai alla grande.

ristorante in Sardegna

Se avrai la fortuna di visitare la Sardegna potrai godere di tutto questo e toccare con mano il benessere psichico e fisico di cui percepirai i benefici non appena metterai piede sulla terraferma.