Itinerario a Hong Kong di una settimana

Hong Kong è una regione amministrativa speciale cinese che ho visitato a Febbraio e di cui mi sono innamorata. Si può tranquillamente dedicare 4 o 5 giorni a questa città, ma noi abbiamo voluto esplorarla a fondo con un itinerario a Hong Kong di una settimana. Dalle attrazioni più particolari ai quartieri meno conosciuti, questa metropoli asiatica ha tanto da mostrare.

Prima di partire con l’itinerario a Hong Kong, un consiglio per spostarvi facilmente. Affidatevi ai mezzi pubblici: comprate una Octopus card e potrete utilizzare tram, autobus, metro e traghetti a un costo ridotto. Noi siamo praticamente arrivati ovunque solo con i mezzi pubblici!

Giorno 1: Central

Siamo partiti con la zona di Central, moderna e piena di grattacieli con uffici e banche, ma anche sede di boutique di lusso e negozi importanti. Ammirate i tram a due piani, i “ding-ding”, sfrecciare tra le vie di Hong Kong, passate a vedere le Mid-Levels Escalators, ovvero le scale mobili più lunghe al mondo, e attraversate Hollywood Road, piena di graffiti colorati.

Fate visita al tempio di Man Mo, uno dei più belli della città. Nel pomeriggio, spostatevi verso il famosissimo e colorato campo da basket situato nel parcheggio del Choi Hung Estate, dove potrete scattare foto particolari. Sul mio profilo Instagram @viaggipersi trovate un reel dedicato ai posti dove fare foto incredibili a Hong Kong.

Giorno 2: Disneyland Hong Kong

Se siete degli amanti del mondo Disney, dovete assolutamente inserire nel vostro itinerario a Hong Kong una giornata nel parco divertimenti di Disneyland. Questo è il più piccolo al mondo (e anche il più economico), ma vi farà comunque tornare bambini tra giostre, spettacoli e attrazioni adrenaliniche! Anche questo l’abbiamo raggiunto comodamente in metro, grazie alla linea rosa a tema Disney che da Sunny Bay porta direttamente al parco.

Potete acquistare i biglietti d’ingresso direttamente qui a poco più di 60 euro a persona > Biglietti Disneyland Hong Kong.

Disneyland Hong Kong

Giorno 3: isola di Lantau – Tai-O e il Tian Tan Buddha

Abbiamo raggiunto l’isola di Lantau con un lungo viaggio in autobus, raggiungendo il villaggio di pescatori di Tai-O. Qui potrete camminare tra le case-palafitta, assaggiare prodotti locali o fare un giro in barca per provare a vedere i delfini rosa. Una tappa imperdibile durante un itinerario a Hong Kong.

Sempre a Lantau, spostatevi verso il Tian Tan Buddha e il monastero di Po Lin, due luoghi dove regna la pace e la tranquillità. Vi consiglio di salire fino a raggiungere la statua del Buddha, perché la vista è davvero meravigliosa.

Giorno 4: Wan Chai, Monster Building e il lato oscuro di Hong Kong

Nel quartiere di Wan Chai troverete un caratteristico wet market, ma anche luoghi iconici come l’old Wan Chai post office, un ufficio postale non più in uso, o la casa blu.

Con il tram spostatevi verso Quarry Bay dove si trova il famosissimo Monster Building (il vero nome è Yick Fat Building), un complesso di appartamenti che vi farà venire una stretta al cuore al primo sguardo. Nonostante sia lo sfondo per le foto di migliaia di turisti, fermatevi a pensare come possa essere la vita lì dentro.

Nel pomeriggio, spostatevi a Mongkok, il quartiere più densamente popolato, e partecipate al tour “il lato oscuro di Hong Kong” per approfondire l’argomento delle casa bara, minuscoli spazi dove vivono gli abitanti di questa metropoli, ma anche altri problemi che affliggono i cittadini. Potete acquistare i biglietti online per questo tour che dura circa 2 ore qui > Tour dei misteri e delle leggende di Hong Kong.

La sera, passate al Temple Street Night Market, un mercato serale dove assaggiare diversi street food ma anche comprare qualche souvenir.

Giorno 5: giardini, Victoria Peak e Symphony of Lights

Per una mattinata rilassante, andate verso i giardini di Nan Lian, immersi nel verde e circondati dai grattacieli. Godetevi mezza giornata in questo paradiso fuori dal traffico cittadino.

Proseguite il vostro itinerario a Hong Kong tornando verso Central e prendendo la funicolare per salire al Victoria Peak, un punto panoramico da dove potrete ammirare la vista sulla città.

La sera, fermatevi sul fiume dalla parte di Tsim Sha Tsui per lo spettacolo Symphony of Lights, dove tutti i grattacieli si illumineranno per un gioco di luci unico.

Giorno 6: Macao

Durante un itinerario a Hong Kong dovete assolutamente includere almeno un giorno a Macao, altra regione amministrativa speciale. Con un’ora di traghetto vi ritroverete in un altro Stato, ma vi sembrerà quasi di essere in Europa. Macao è infatti un’ex-colonia portoghese e lo noterete dall’architettura, dalla cucina, ma anche dai cartelli bilingue. Esplorate Placa do Senado, le rovine di San Paolo e il forte della città, per poi spostarvi nella parte sud e perdervi tra le riproduzioni di Venezia, Londra e Parigi. Qui si trovano i casinò più grandi di tutta l’Asia, lussuosi e sfarzosi.

Giorno 7: Monastero dei 10.000 Buddha e isola di Cheung Chau

Concludete l’itinerario a Hong Kong di una settimana con una visita al monastero dei 10.000 Buddha. Dopo una lunga scalinata, visitate il bellissimo tempio in cima e ammirate la vista sulla città. Godetevi un po’ di pace mentre vi preparate per tornare verso il centro e prendere il traghetto verso l’isola di Cheung Chau, non sempre menzionata dagli itinerari turistici ma che merita una visita. Perdetevi tra le vie dell’isola, fermatevi a pranzare in qualche locale tipico e ammirate la vita lenta degli abitanti. Una volta ritornati a Hong Kong, passate l’ultima serata nel quartiere Tsim Sha Tsui, che, con le sue centinaia di locali, ha sempre qualcosa da offrire.

Informazioni utili

Ora che sapete come strutturare il vostro itinerario a Hong Kong in una settimana, qualche informazione utile per organizzare il vostro viaggio. La distanza di volo dall’Italia (Milano) a Hong Kong è di 11 ore e mezza, e ci sono delle compagnie che organizzano anche voli diretti. Non dovrete richiedere nessun visto per entrare nel paese, ma una volta arrivati in aeroporto vi verrà rilasciato un permesso turistico gratuito di 90 giorni. Dovrete portare con voi un adattatore di tipo G per caricare tablets, telefono, ecc. che si usa anche nel Regno Unito o in Irlanda.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.