Intervista ad una coppia di ragazzi italiani che stanchi della vita e della routine quotidiana, decidono di cambiare aria e di partire alla volta di Panama, dove apriranno un B&B in una delle spiagge piu’ belle del paese. Quella che segue e’ una intervista nella quale ci raccontano la loro avventura:

Maria 31 anni, nata e cresciuta sul Lago di Como, trasferitasi a 19 anni a Milano per tentare ( e poi realizzare ) la carriera di fotografa professionista.

Michele 31 anni, nato in provincia di Matera, ma trasferitosi al nord durante le scuole elementari. Diplomato in telecomunicazioni si è ritrovato inglobato e “incastrato” in quel mondo che dopo un boom iniziale è precipitato in una profonda crisi.

1) Quando avete deciso di “cambiare vita” lasciando l’Italia?

A dire il vero tutto è iniziato una sera a cena… stavamo cucinando.. e Michele dice… “perchè non ce ne andiamo via? Io sono stufo, non ce la faccio +, sul lavoro è sempre peggio e l’idea di metterci sulle spalle 30 anni di mutuo… non ci posso nemmeno pensare”

Io rimasi senza parole al momento… ma era già da tempo che anche nella mia testa balenava un idea di questo tipo…

Dopo qualche giorno affrontammo la discussione un po’ + seriamente, e cominciammo a farci un idea su “dove, cosa e perchè”…

2) Perché’  avete deciso proprio Panama per la vostra nuova avventura? E perche’ proprio la spiaggia di Las Lajas?

Panama è quello che scaturì da questi nostri pensieri. Avevamo chiesto consigli ed informazioni ad amici che già vivevano all’estero… l’Europa si trovava quasi tutta nella situazione in cui stava l’Italia… quindi pensammo di valutare solo mete “oltre oceano”. Mi arrivò una dritta da un amico che vive da anni in Costa Rica… mi disse di farmi un giro a Panama, che era un posto ancora in forte espansione turistica, e che se quello era il ns obiettivo… potevamo forse avere qualche possibilità in +…

Playa Las Lajas è uscita invece durante il nostro tour esplorativo… e tra buone e “cattive” coincidenze… qui abbiamo trovato il nostro piccolo angolo di paradiso…

3) Come e’ nata l’idea di iniziare un B&B?

Io sono figlia di una cuoca, cresciuta tra bar e ristoranti… Michele è tutta la vita che vuole avere qualcosa di suo… abbiamo pensato in cosa potessimo essere portati… e ci è venuta in mente una struttura così… e i risultati sembrano darci ragione (speriamo continui così!)

4) Avete avuto grosse difficoltà burocratiche per iniziare questa attività’?

Qualcuna, ma nulla di così terribile, niente a confronto della burocrazia Italiana… Grazie al patto di amicizia tra Panama e Italia, per noi è molto + semplice e veloce procedere con le pratiche di residenza ed iniziare poi a lavorare (questo trattato però ti permette solo di lavorare per “te stesso”, per una tua società o attività)

5) Quale e’ stato il momento più’ difficile da quando siete partiti? e il momento più’ bello?

Senza dubbio il momento + difficile è stato il momento dei saluti… sapevamo che nn ci sarebbe mancato niente dell’Italia… ma gli affetti… quelli sono un pezzo di cuore… e fa male separarsene!

Quello + bello, senza dubbio la prima notte che abbiamo dormito a “Casa Laguna”… su un materasso per terra e nient’altro, solo la ns voglia di “iniziare”

6) Cosa vi piace di più della vostra nuova vita a Panama?

Tutto… ci piace tutto… la vita è cambiata… niente è come prima… i sapori sono + forti, gli odori pure… i colori + vividi… è il nostro stare “meglio” che rende tutto questo possibile. La vita qui è molto + semplice… diretta… piena di contatti umani, e con ancora il rispetto tra le persone.

7) Cosa vi manca di più’ dell’Italia? Pensate di ritornarci un giorno?

Ad essere sinceri c’è qualcosina che ci manca dell’Italia… il cibo!!!! 🙂 latticini, salumi.. pane… focacce… (fortunatamente qui alcuni supermercati si stanno attrezzando)

Stiamo pensando di farci un salto in “vacanza” ad ottobre, quando qui c’è il mese delle piogge peggiore. Vedremo…

8) Che suggerimento vi sentite di dare alle persone che vorrebbero cambiare vita ma non hanno il coraggio di farlo?

Non saprei bene cosa dire… per noi è stato un impulso che è venuto da dentro, e si è fatto strada nelle nostre menti giorno dopo giorno… che ci ha portato ad analizzare ogni aspetto di ciò che lasciavamo e di ciò che stavamo per andare a trovare… è una scelta senza dubbio difficile… ma quale scelta non lo è? Una volta intrapresa la strada, tutto viene + naturale… cambiati i binari… si cambia modo di affrontare e vedere la cosa…

9) Ritornando al vostro B&B: e’ un posto adatto anche per backpackers e viaggiatori che non vogliono risparmiare?

Il nostro B&B si può collocare in una fascia media del mercato di Panama e di questa zona in particolare. Non è forse la meta preferita x chi viaggia low cost, ma i nostri prezzi sono mediamente buoni, considerando il servizio e il tocco di “italianità” che vogliamo offrire! Stiamo inoltre proprio in questi giorni, ultimando dei lavori per offrire sempre miglior qualità alla ns clientela

10) Quali sport si possono praticare nella zona?

Playa Las Lajas è ottima per chi vuole iniziare a praticare surf, le correnti non sono forti, le onde sono costanti ma non esagerate… e la spiaggia e pura sabbia… non c’è l’ombra di uno scoglio x km! Sò che c’è in progetto di portare qui un training surf camp… ancora niente di sicuro, ma sarebbe un bel passo. Anche il body surf è molto apprezzato.

C’è la possibilità anche di prenotare gite a cavallo o sessioni di pesca sportiva

11) Quali sono le bellezze naturali della zona?

Bella domanda… io credo che tutta Panama sia una “bellezza”

In particolare in questa area potrei segnalare: la lunghissima Playa Las Lajas (18 km), la nostra laguna (accessibile al momento solo dalla nostra struttura), il canyon Canguilones, le pozze termali di Caldera, l’arcipelago delle isole di Boca Brava, e le isolette al fronte della nostra spiaggia, che sono però raggiungibili al momento solo grazie a dei gentilissimi pescatori che organizzano qualche tour (sul sito di Casa Laguna c’è una galleria fotografica dei “dintorni”)

12) E’ facile raggiungere il vostro B&B una volta arrivati a Panama?

Las Lajas è molto distante da Panama City, ma raggiungerci è + semplice di quanto si pensi. Sul nostro sito c’è una sezione che spiega come arrivare da noi con qualsiasi mezzo (auto, bus, aereo…). Dalla capitale in auto o bus ci vogliono dalle 4 alle 6 ore… ci troviamo vicini al confine col Costa Rica… ma per velocizzare il tutto si può prendere un volo interno da Panama a David, che è la città + vicina a noi (80 km) e da lì noleggiare una macchina, prendere un taxi o un bus.

5 domande con risposta secca:

1) Clienti migliori: al momento Canadesi, ma ad oggi siamo stati fortunati con tutti gli ospiti che abbiamo avuto!

2) Clienti peggiori: non si può dire 🙂

3) Il vostro Posto preferito: sicuramente Playa Las Lajas, ma anche Isla Zapatilla a Bocas del Toro!

4) Il posto dove non ritornereste: al momento ritornerei ovunque…

5) Il vostro piatto preferito: Maria – Chuleta e patacones , Michele – Bistec picado e patacones

 

Potete trovare maggiori informazioni su Maria e Michele visitando il loro sito:  www.casalagunapanama.com

 

Per organizzare un viaggio a Panama consigliamo le seguenti letture:

A proposito dell'autore

Marco

Viaggiatore per il mondo con oltre 100 nazioni visitate nei 5 continenti. La passione per i viaggi è accompagnata da quella per la fotografia. Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com

Post correlati

1 risposta

  1. Andrea della Donna

    Avete intervistato una “copia” di ragazzi? In bianco e nero o a colori o a fiori? Secondo me, erano a frori come “chi a scrito lar ti collo”. La lingua italiana non è una pinione! Ma, voi si che havete studia, tò!

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata