Molta gente mi chiede come sia possibile organizzare un viaggio indipendente di un anno in giro per il mondo; sono infatti ancora molte le persone all’oscuro dell’esistenza di questo modo di viaggiare, abituati alle standard 2-3 settimane di vacanze estive.

La risposta che do e’ sempre la stessa: serve un RTWT ossia un “round the world ticket”. Conosciutissimo nei paesi del nord Europa e del nord America, e’ ancora praticamente sconosciuto in Italia. E’ semplicissimo da ottenere e permette di risparmiare tempo e denaro; scopriremo come nel corso di questo articolo.

La mia prima esperienza di un viaggio RTW e’ stata nel 2006 quando da Londra, insieme a Felicity, abbiamo iniziato un’avventura di 12 mesi che ci avrebbe portato a visitare l’India, il sud est asiatico, l’Oceania e l’America per poi fare ritorno in Inghilterra. Per me comprare un RTWT e’ stato un gioco da ragazzi, essendo questo un modo di viaggiare molto diffuso nel Regno Unito.

In Italia purtroppo e’ uno strumento praticamente sconosciuto anche a viaggiatori più esperti; da qui l’idea di scrivere questo post.

 Di cosa si tratta?

E’ praticamente un biglietto aereo a tappe: si scelgono le destinazioni / paesi che si vogliono visitare durante il viaggio e le rispettive date, ed il gioco e’ fatto. Un esempio potrebbe essere: Milano, Delhi, Bangkok, Singapore, Sydney, Los Angeles, Milano. E’ un po’ come un biglietto inter rail, ma per spostamenti in aereo anziche’ in treno.

In pratica le varie compagnie aeree del mondo, hanno creato dei “Networks” o “Alleanze” tra di loro per offrire servizi esclusivi e sconti a coloro che si spostano attraverso aerei facenti parte dello stesso gruppo. Tra i servizi offerti c’e’ anche il RTW ticket.

Per esempio: Alitalia fa parte del gruppo Skyteam che comprende tra le altre Airfrance, Delta, KLM, Korean Airlines, Aero Mexico, e altre ancora.

Come funziona?

Come dicevo prima, si scelgono le città in cui atterrare e le date in cui si vuole viaggiare; con queste informazioni ci si reca presso una tradizionale agenzia di viaggio, oppure online, e si fanno dei preventivi.

I prezzi variano molto in base al periodo in cui si viaggia, al numero di scali che si vogliono fare e al numero di miglia percorse; per intenderci, un RTW ticket da Milano con fermate a Mumbai, Singapore, Los Angeles, Milano costerà molto meno che uno Milano, Mumbai, Bangkok, Singapore, Sydney, Auckland, Fiji, Tahiti, Los Angeles, New York, Milano. Meno fermate si fanno, più economico sarà il biglietto. Anche le date sono importanti: se si decide di partire il 23 dicembre anziché il 10 ottobre il prezzo sara’  maggiore, essendo la prima data vicina al Natale.

Il RTW ticket ha una validità di un anno e si possono cambiare le date dei voli a costo zero una volta partiti; invece per cambiare uno scalo verra’ fatta pagare una penale, con prezzi che possono variare da compagnia a compagnia.

Il mio consiglio e’ quello di studiare per bene il percorso ed i paesi che si vogliono visitare con largo anticipo e decidere in quali città fare scalo e in quali date. Dopodiché si contatta una delle agenzie specializzate in questo tipo di viaggi e si compra il biglietto.

Dove lo si può acquistare?

Direttamente online attraverso i networks delle varie compagnie aeree:

SkyTeam, di cui fanno parte Aeroflot, Aeromexico, Air Europa, Air France, Alitalia, China Eastern, China Southern, Czech Airlines, Delta Air Lines, Kenya Airways, KLM, Korean Air, TAROM, Vietnam Airlines

Star Alliance, di cui fanno parte Air Canada, Lufthansa, Scandinavian Airlines, Thai Airways International and United Airlines e altre ancora che trovate sul sito della Star Alliance,

One World, a cui fanno capo American AirlinesBritish AirwaysCathay PacificFinnairIberiaJAL Japan AirlinesLANMalév Hungarian AirlinesMexicanaQantasRoyal Jordanian AirlinesS7 Airlines

Un’altro modo e’ chiamare direttamente una delle agenzie di viaggio elencate qui sotto; sfortunatamente sono tutte straniere, ma non fa alcuna differenza in quanto il biglietto verra’ spedito direttamente a casa vostra. Inoltre sono protette da organi governativi che ne controllano l’operato.

– One world  anche in lingua italiana

STA Travel agenzia di viaggi per giovani con uffici in tutto il mondo.

Flightcentre con diverse agenzie sparse per tutto il Regno Unito

– Round the world ticket sito in cui si puo’ pianificare (e comprare) il RTW ticket

Virgin Atlantic compagnia aerea specializzata anche in RTW

Travel Nation agenzia molto pubblicizzata e consigliata in rete

Round the world flights permette di creare un itinerario direttamente online con relativi costi

KLM come per Virgin Atlantic, organizza anche RTW tickets

Suggerimenti prima dell’acquisto?

1- Decidere l’itinerario utilizzando i siti sopra indicati; in questo modo si possono confrontare anche i costi e le varianti offerte dalle diverse compagnie. I prezzi possono variare molto, per cui vale la pena spendere un po’ di tempo nella ricerca in quanto si può risparmiare anche il 20-30% sul prezzo finale.

2- Come accennato in precedenza, il costo varia in base anche al numero di scali: meno scali si fanno piu’ economico sara’ il prezzo del biglietto.

3- Controllare bene i costi in caso di cambio di itinerario una volta partiti; chiarire da subito cosa e’ compreso (e non) nel prezzo del biglietto

4- Io consiglio sempre di partire da Londra: in primo luogo perche’ il prezzo del RTW ticket e’ piu’ basso rispetto ad una partenza da Milano per esempio, e due perche’ si evita di dover mettere la marca da bollo di €40 sul passaporto, obbligatoria se si parte dall’Italia per un paese non Europeo.

Il costo?

Come dicevo prima i prezzi possono variare molto in base a diversi fattori; si parte comunque da un minimo di €1200, con partenza dall’Inghilterra, pochi scali e viaggiando fuori da periodi festivi.

Regole e condizioni:

  • Limite massimo di 16 tratte per biglietto che bastano e avanzano, credetemi.
  • Tutti i biglietti (escluso OneWorld Explorer) hanno un limite di miglia percorse che va dalle 26.000 alle 40.000: sono tantissimi per cui anche qui nessun problema, nella grande maggioranza dei casi ovviamente.
  • Il biglietto ha validità di 1 anno a partire dal primo volo.
  • L’ultimo volo del biglietto RTW deve riportare nello stesso paese dal quale si è partiti
  • Che si scelga di andare verso est o verso ovest, non si puo’ cambiare direzione una volta acquistato il biglietto, per cui studiate bene il percorso da fare.
  • L’itinerario deve essere definito al momento dell’acquisto del biglietto; come detto prima sono permesse variazioni di date senza pagare (ma non sempre) mentre il cambio di scali viene fatto pagare.
  • Molto importante: non e’ permesso cancellare o saltare una tratta del viaggio, altrimenti l’intero biglietto verra’ annullato. Per esempio: se nel biglietto c’e’ il volo Delhi – Mumbai, non e’ possibile decidere di non salire sull’aereo e prendere il treno per esempio, in quanto l’intero biglietto verra’ annullato, inclusi tutti i voli restanti. Per questo e’ fondamentale decidere con attenzione i posti da visitare e in cui fare scalo aereo.
In conclusione, il RTW ticket ha cambiato e rivoluzionato il modo di viaggiare: viene usato da migliaia di persone ogni anno e permette a chiunque di fare un giro del mondo a prezzi modici rispetto a biglietti aerei tradizionali.
Per maggiori informazioni, consigli, aiuto nell’acquisto, scrivete a [email protected] – saro’ lieto di aiutare e consigliare chiunque avesse bisogno.

A proposito dell'autore

Marco

Viaggiatore per il mondo con oltre 90 nazioni visitate nei 5 continenti. La passione per i viaggi è accompagnata da quella per la fotografia. Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com

Post correlati

36 Risposte

  1. Marco

    Complimenti per l’articolo! Non sapevo minimamente che esistesse un biglietto del genere che sicuramente terrò in considerazione al più presto 🙂
    Grazie mille!

    Rispondi
    • Marco
      Marco

      Grazie Marco, in effetti in Italia sono ancora poche le persone a conoscenza di questo tipo di biglietto e questo modo di viaggiare. Se hai l’occasione di fare un viaggio del genere, te lo consiglio vivamente: non te ne pentirai, garantito. 🙂

      Rispondi
  2. Fabrizio

    Un chiarimento su questo aspetto. In base a questa regola non è possibile fare un giro dell’Europa partendo dall’Italia sfruttando un RTW ticket, perchè si invertirebbe per forza la direzione est-ovest per fare ritorno a casa.

    Giusto?

    Scusate la banalità.

    Rispondi
    • Marco
      Marco

      Esatto: praticamente il Round The World Ticket funziona proprio cosi, solo “un senso di marcia”. Tra l’altro non e’ possibile utilizzarlo solo in Europa, perche’ altrimenti non avrebbe questo nome.

      Rispondi
  3. Aura

    Articolo molto interessante ma… attenzione alla lingua italiana!
    Quando si decide di scrivere qualcosa è opportuno essere ben certi di scrivere in modo corretto prima di pubblicare.
    Ad ogni modo, grazie per le utili informazioni.

    Aura.

    Rispondi
  4. Giulia Raciti

    Ciao Marco,
    due osservazioni.
    Io sono in viaggio con un biglietto roundtheworld, a ottobre dovrei tornare e invece ho deciso di rimanere sino al 2013 perdendo così il biglietto di ritorno. é importante quindi sapere che con dei biglietti del genere ci sono delle condizioni, che tu hai elencato, e che quando si viaggia in questo modo sono difficili da determinare in anticipo. Tutto potevo immaginare tranne di rimanere così a lungo. Di fatto dovrò pagare un biglietto di ritorno dal sud america.
    Seconda oservazione.
    La compagnia che ho trovato più economica anche comparando con altre persone che ho incontrato in questo anno e mezzo di viaggio che stavano volando con biglietti round the world è secondo me roundtheworldexperts.co.uk.
    Mi pare sia l’unica che fa fare tutti i cambi di date gratuitamente mentre le altre compagnia fanno pagare delle fees. IO ho cambiato 6 volte e non ho mai pagato nulla.
    I cambi di rotta o cambi di aeroporto non annullano il biglietto ma si dovrebbero pagare a parte, salva fattibilità.

    In linea di massima si risparmia ma limita un pò la libertà. Non so se lo rifarei (di sicuro dopo 2 anni in viaggio non credo di rifare questa esperienza onestamente) ma mi sono trovata molte volte a volere cambiare itinerario e non ho potuto..i pro e i contro di un biglietto del genere.
    Un saluto dall’Argentina
    Giulia

    Rispondi
  5. Michele

    Premesso che sono già due anni che vado a trascorrere i 4 mesi invernali in Costa Rica, con un costo del biglietto aereo A/R sotto i 1000 euro, mi pare di aver capito che spendendo non molto di più potrei visitare più paesi nel sud e centro america. Veramente molto interessante. Grazie Marco

    Rispondi
  6. Lara

    Sarebbe il mio sogno, ma invece di fare la turista vorrei passare molto più tempo nelle singole tappe e lavorare. Magari un mese o più in ogni tappa… Chissà se lo realizzerò mai!!

    Rispondi
  7. Lorenzo

    Ciao Marco,
    da quello che ho letto ho capito che hai molto esperienza coi viaggi quindi potresti consigliarmi qualche sito internet, agenzia o altri modi per trovare dove dormire a prezzi economici in giro per mondo? Vorrei fare anch’io un viaggio lungo e mi devo organizzare per gli alloggi
    Grazie

    Rispondi
    • Marco
      Marco

      Ciao Lorenzo,

      ti riferisci a siti da utilizzare per acquistare biglietti aerei oppure per hotels / ostelli? Comunque complimenti per la tua scelta di viaggiare e scoprire il mondo, che in Italia ancora in pochi fanno..

      Ciao

      Rispondi
  8. Lorenzo

    Mi riferisco a siti per hotel/ostelli o anche alloggi privati o qualsiasi cosa che tu conosca per cercare di risparmiare più soldi possibile e allungare così il viaggio!

    Rispondi
  9. Lorenzo

    conoscevo solo couchsurfing! Oppure avevo pensato ad hostelworld!
    Grazie mille per i consigli, mi saranno molto utili!

    Rispondi
  10. Elisabetta

    Ciao Marco! Il RTW ticket è interessante per chi vuole pianificare tutto prima della partenza. Io sono partita per un anno sabbatico lo scorso luglio, e ho scelto di non utilizzarlo perchè mi piace viaggiare in libertà: non voglio essere vincolata a un itinerario deciso da casa. Preferisco decidere in viaggio la mia prossima destinazione e quanto fermarmi, a seconda delle sensazioni del momento. Facendo i biglietti direttamente dai siti delle compagnie aeree low cost si rismarmia molto. Bisogna avere la pazienza di cercare.
    @Lorenzo: io sto utilizzando sia couchsurfing sia Airbnb, che trovo meraviglioso. Ti consiglio anche staydu.com. Fatti un giro nel mio blog. Buon viaggio a tutti!

    Rispondi
    • Marco
      Marco

      Ciao Elisabetta! Sono d’accordo, con un biglietto RTW si è limitati ma si ha la possibilità di risparmiare a livello economico rispetto all’acquisto di biglietti singoli, soprattutto se si decide di prendere diversi voli e per destinazioni distanti tra loro.

      Se invece si preferisce viaggiare senza vincoli, partire quando si vuole, cambiare idea e itinerario e fermarsi più a lungo in un determinato paese, vale sicuramente la pena acquistare i biglietti aerei di volta in volta. Questo è indubbiamente il modo di viaggiare più vicino allo stile “on the road”..

      Rispondi
      • Elisabetta

        Eh sì: io ero partita per un viaggio tutt’altro che on the road, e poi ho preso gusto a cambiare di tanto in tanto. Mi sa che ho preso il morbo della vagabonda 🙂

  11. Lorenzo

    Ciao Elisabetta, grazie per i nomi che mi hai detto. Vorrei fare anch’io un viaggio come te! Hai un indirizzo mail che ti vorrei chiedere alcune cose specie a livello economico? oppure facebook…mi piacerebbe sapere come te la cavi

    Rispondi
    • Elisabetta

      Ciao Lorenzo! Clicca sul mio nome qui nel commento e vieni indirizzato al mio sito; da lì clicca su Contact e trovi la mia email oppure mandami il tuo contatto dal form che trovi in quella pagina, e ti rispondo 😀

      Rispondi
  12. Fabio

    Ciao,

    mi chiamo Fabio, sono di Roma e vorrei intraprendere un viaggio della durata di un anno. A questo proposito vorrei chiederti, se possibile, un po’ di informazioni in base alle tue esperienze:

    1- come te ho la possibilità di lavorare via web, come funziona? Si possono fare abbonamenti mondiali con il tuo gestore, devi agganciarti di volta in volta nel paese in cui ti trovi?
    2- medicine?
    3- rimanendo in giro per 1 anno, accumulerai souvenir o quant’altro.. li spedisci mano mano in Italia, o li porti con te?

    Ti ringrazio anticipatamente per la disponibilità.. e ti auguro buon viaggio ovunque ti trovi in questo momento.

    Rispondi
    • Marco
      Marco

      Ciao Fabio, innanzitutto complimenti per la tua scelta di partire e viaggiare per il mondo.

      Ritornando alle tue domande:

      1. Per risparmiare ti consiglio di utilizzare internet in hotels, bars, guest houses e ostelli in cui alloggerai. A differenza di qualche anno fa, le reti wifi sono presenti ovunque e non devi nemmeno spendere una lira per utilizzarle. Per cui dimenticati di appoggiarti ad una compagnia telefonica italiana, risparmierai un saco di soldi. Ovviamente non troverai una rete wifi nel mezzo della giungla amazzonica o al polo nord, ma in questi luoghi non funzionerebbe nemmeno la rete di un operatore mobile

      2. A parte vaccini (da fare prima della partenza in base alle nazioni e paesi che visiterai) portati il minimo indispensabile: paracetamolo o aspirina, cerotti, salviette disinfettanti. Nel caso ti dovesse servire altro trovi farmacie ovunque, per cui non corri pericoli. Ovviamente non dimenticare quei farmaci che utilizzi regolarmente.

      3. Se acquisti souvenirs ingombranti puoi spedirli a casa da ogni angolo del pianete. Ricordati però che i prezzi delle spedizioni variano molto da dimensioni e peso, per cui eviterei di acquistare oggetti troppo grandi. Personalmente ho sempre cercato di non comprare nulla se non cose di piccolissime dimensioni. Dall’Ecuador invece (ma anche dall’India) ho spedito un pacco di 15 KG in Italia che mi costò se non sbaglio 80$

      Rispondi
  13. Bruno Mazzoccoli

    Buonasera Marco, grazie per il Tuo utilissimo articolo; volevo chiederti se per caso fossi a conoscenza di forme di biglietti che consentano l’utilizzo alternativo di aerei e treni. perchè vorrei organizzare un RTW tour ma mi piacerebbe inserirci ad esempio la transiberiana-transmongolica.

    Rispondi
  14. Marco
    Marco

    Bruno, mi fa piacere che l’hai trovato utile.. Ad essere sincero non sono a conoscenza di biglietti / pacchetti che prevedano treno e aereo. Secondo me ti conviene prendere un biglietto RTW scegliendo i punti di partenza ed arrivo in base alle tratte che vuoi fare in treno. Come dicevo, non è necessario arrivare e partire dallo stesso aeroporto, ma anche da due città diverse.. Quando partirai?

    Rispondi
  15. Maria

    Buongiorno Marco, mi è sorto una domanda.. Ma se si volesse fare un viaggio con partenza da Milano per Cuba- Messico- Colombia e poi ritorno, non è possibile? Perchè ho provato a fare l’itinerario sul sito di una delle tre agenzie e mi dice che devo fare scalo anche nell’Area 3 ossia Asia.

    Rispondi
  16. Maria

    Buongiorno Marco, mi è sorta una
    domanda.. Ma se si volesse fare un viaggio con partenza da Milano per
    Cuba- Messico- Colombia e poi ritorno, non è possibile? Perchè ho
    provato a fare l’itinerario sul sito di una delle tre agenzie e mi dice
    che devo fare uno scalo anche nell’Area 3 ossia Asia.

    Rispondi
    • Marco
      Marco

      Ciao Maria, credo che in questo caso il biglietto RTW non sia fattibile. In ogni modo forse ti conviene più prendere voli interni, anche se mi rendo conto che non siano molto economici. Prova a fare una ricerca con compagnie del centro e sud America come lan.com

      Rispondi
  17. vivien

    Buona sera:
    Ma si io volessi fare tutti questi giri in un unico paesi:
    invece di fare varie paesi si io faccio varie cita del paese di destinazione .
    si puo fare??

    Rispondi
    • nonsoloturisti

      Ciao, il RTW conviene solo se si vogliono visitare diversi paesi in continenti diversi. Farlo in un unico paese non ha senso e non è nemmeno possibile.

      Rispondi
  18. Claudia

    Ciao Marco! Utilissimo articolo, sto cercando di capirci qualcosa e il tuo articolo mi ha aiutato parecchio con tantissime info preziose! 🙂
    Ora però ho un dubbio enorme: assodato che -facendo un esempio- se scalo in Cile e me la faccio con altri mezzi fino in Perù, mi vengono comunque conteggiati i miglia di distanza, sto provando a tracciare un itinerario su un sito di quelli che hai linkato anche tu x farmi un’idea di prezzo ma mi fa inserire soltanto tappe collegate tra loro da voli. Cioè appunto nel caso dell’esempio io devo comunque pianificare il volo Santiago-Lima mentre quel pezzo non me lo farei in aereo.. Non capisco! Pagherei comunque il volo? O è sbagliata l’impostazione sul sito? O non c’ho capito niente? :/

    Rispondi
    • nonsoloturisti

      Ciao Claudia, mi fa piacere che hai trovato questo articolo d’aiuto per il tuo prossimo viaggio.

      Per quanto riguarda la tua richiesta, i viaggi e gli spostamenti via terra da uno scalo all’altro non dovrebbero venirti conteggiati come miglia utilizzate durante un viaggio RTW anzi, dovresti addirittura pagare di meno.

      Ciò che ti consiglio fare, è chiamare direttamente STA Travel oppure TrailFinder in Inghilterra (http://www.trailfinders.com/) anche solo in chat per chiarire questo tuo dubbio.

      Scusa se non posso esserti di maggior aiuto ma le compagnie aeree a volte cambiano policy e regole di anno in anno.

      Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata