Un recente sondaggio identifica le roccaforti del traffico aereo.

Non sorprende che l’Asia detenga il sopravvento, con sette dei dieci collegamenti nazionali più trafficati su scala mondiale.

“L’Asia è in prima linea nella crescita globale dei viaggi”, riassume lo studio, che recita: “Delle dieci rotte più trafficate del pianeta, sette rotte nazionali provengono da paesi asiatici, di cui tre in Giappone”.

In termini di volume, la tratta più frequentata è quella che collega Seul a Jeju (quasi 10 milioni di passeggeri), seguito dal collegamento Rio de Janeiro / San Paolo (circa 8 milioni di passeggeri).

Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica sono presenti nelle prime dieci vie più trafficate mentre Indonesia (53.701 milioni di passeggeri nel 2011), Filippine ( 24.392 milioni di passeggeri) e Cile (9,306,000 passeggeri) si piazzano subito dopo.

Lo studio afferma inoltre che “il traffico tra Asia ed Europa da un lato e tra Asia e Nord America, dall’altro, è aumentato del 9%”.

Sono cresciute del 6% l’Asia e il Medio Oriente, con 38 milioni di passeggeri in tutto il corso dell’anno. Solo l’Africa e l’Europa sono in negativo con un leggero calo durante l’anno 2011 (-2%).

Che la salvezza dell’Europa siano davvero i voli low-cost?

Per testarne convenienza e trasparenza, un settimane di consumatori si è messo nei panni di una famiglia di tre persone, due adulti e un bambino di 8 anni, che per la settimana di Ferragosto si mette alla ricerca di un volo di andata e ritorno per alcune delle principali mete turistiche: Parigi, Berlino, Barcellona e Atene.

Per ciascuna destinazione sono state confrontate le offerte delle migliori tre compagnie, per voli di andata e ritorno per 3 persone, con 2 bagagli da imbarcare, ma senza polizze aggiuntive o servizi particolari.

In particolare il settimanale dei consumatori ha prestato attenzione all’eventuale differenza fra il prezzo iniziale, che l’utente visualizza in fase di prenotazione on line, e quello finale, che comprende invece tasse, servizi supplementari, costi aggiuntivi e voci nascoste al primo passaggio, impossibili da vedere sin dalla prima schermata della prenotazione.

Le compagnie più virtuose? Alitalia con prezzo rimane fisso a quota 610,75 euro, che comprende davvero tutto, anche la facoltà di scegliere il posto e il pasto a bordo. Altrettanto fanno le compagnie AirBerlin e Lufthansa sulla tratta Roma-Berlino, che si sono adeguate alle nuove indicazioni fornite dall’Antitrust in fatto di trasparenza.

 

A proposito dell'autore

Aritravelplan

Travel Planner per passione. Moglie e mamma adottiva di Calimero e Silente, viaggio da sola da quando ho 12 anni e voglio vedere tutto il mondo!

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: