Devo ammettere che quando ho visto il nome Perhentian l’ho dovuto leggere  at-ten-ta-men-te un paio di volte perché non ne avevo mai sentito parlare. Ma é bastato uno sguardo a una foto di queste isole per farmi sapere che sí, ci sarei andata. E, infatti, qualche mese dopo il primo colpo di fulmine digitale, c’é stato l’amore vero e proprio…che paradiso!!!

Le Perhentian Islands sono due: Besar, la grande, e Kecil la piccola e si trovano nel nord-est della Malesia.

Accompagnata da Robert e dai nostri inseparabili zaini, dal porto di Kuala Besut siamo saliti su una speedy-boat che in meno di 30 minuti e dopo un bel pó di schizzi d’acqua ci ha lasciato sull’isola di Kecil. Una volta arrivati ci assale il dubbio su dove cercare un posto per la notte: a Coral Bay con i suoi baretti e ristorantini alternativi o lunga la più rilassante Long Beach con la sua grande spiaggia bianca?

Decidiamo di camminare fino a Long Beach attraverso un sentierino che passa per la giungla tra discese e salite che con lo zaino sembrano scalate all’Everest. Chiedi di qua, chiedi di lá, tutti i posti sono o pieni o carissimi. All’ultimo tentativo prima di desistere troviamo posto in un bungalow spartano, ma carino, con una meravigliosa vista sulla spiaggia.

Buttiamo giú gli zaini, ci mettiamo i costumi, ci spalmiamo di crema fino alle orecchie ed eccoci in spiaggia. Ma non avevamo fatto i conti con LORO.

In questa zona della Malesia vivono lucertolone dall’aspetto aggressivo ma in realtà innocue e vegetariane. Superato lo spavento iniziale, è facile abituarsi alla loro presenza e persino affezionarsi.

Sarà allora possibile godersi in pieno relax la bellezza dell’isola: basta immergersi un pó nelle sue calde acque, nuotare attorniati da pesci dai mille colori e giocare con onde giganti, per sentirsi veramente in paradiso. Penso di non aver mai visto cosí tante sfumature di azzurro… che bellezza!

Lungo la spiaggia si trovano molti piccoli ristoranti dove gustare la meravigliosa cucina malese: nasi o mee goreng, riso o noodles fatti al wok con pollo e verdure, curry di pesce al latte di cocco, pollo con salsa agridolce… mi viene l’acquolina in bocca solo a ripensarci!

[divide]

INFORMAZIONI PRATICHE

LA VALUTA: 1 € = 4 MYR

COME ARRIVARE: noi siamo partiti dalla capitale Kuala Lumpur, dalla stazione PUTRA abbiamo preso un bus della compagnia Transnasional con destinazione Jerteh per 40 MYR. Da Jerteh abbiamo preso un taxi con un altra coppia fino al porto di Kuala Besut (16MYR), da cui abbiamo preso la speedyboat, che é costata 70 MYR a/r.

DOVE DORMIRE: Bungalow con letto matrimoniale e vista sulla spiaggia di Long Beach per 45 MYR a notte. Bagno in comune, Wifi, elettricitá solo dalle 7pm fino alle 6am.

DOVE MANGIARE: su entrambe le spiaggie ci sono ristoranti, dove si trova cibo malese e cibo internazionale. Noi  abbiamo speso in media 27 MYR a pasto.

TASSA AMBIENTALE:  5 MYR da pagare all’ingresso

BUDGET: Per 3 giorni alle Perhentian abbiamo speso, includendo trasporti, alloggio e cibo, una media di 21 € al giorno.

Non male per stare in un paradiso, no?

A proposito dell'autore

Letizia

Friulana d'origine, Spagnola d'adozione e backpacker per vocazione.Sono appena tornata da un meraviglioso viaggio di 9 mesi in Asia... speravo questa esperienza calmasse la mia sete di viaggi e avventure, invece mi ritrovo ancor piú viaggio-dipendente di prima! Ma d'altronde, il mondo é troppo bello e grande per non uscire a esplorarlo!!! Se vuoi leggere le mie peripezie asiatiche seguimi anche sul mio blog

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: