Il Rajastan è lo stato più grande del subcontinente indiano nonché una delle mete favorite dei viaggi organizzati in India. Il viaggio che vi vogliamo proporre in questo breve articolo vuole riassumere la vera essenza e bellezza partendo proprio dalla sua capitale: New Dehli. La città è divisa nettamente in due; c’è la città vecchia e la Nuova Dehli fatta costruire dagli inglesi per esigenze politiche ed amministrative.

Bada Gumdad - New Delhi, India

I maggiori punti di interesse di New Delhi sono:

  • Il Jama Masjid: un imponete edificio dall’estetica arabeggiante, interamente costruito in marmo bianco e rosso. Questo è uno dei luoghi di culti più importanti per i musulmani dell’India dove l’imponenza dei minareti contrasta con l’atmosfera raccolta che si respira all’interno della moschea.
  • Il Forte Rosso: un forte militare costruito nel 1600 dalla dinastia Moghul. Questa struttura è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.
  • Lo splendido Tempo del Loto, costruito in sabbia, marmo e dolomite e caratterizzato da un forma architettonica particolare e molto elegante. Il tempio venne costruito per i seguaci di Bahai ma l’atmosfera e la grande bellezza di questo luogo di culto carico di spiritualità riesce ad esercitare una grande attrazione anche per i  “non fedeli”.

Jamia Masjid - New Delhi, India

E poi ancora il Palazzo Presidenziale, l’India Gate (ispirato all’Arco di Trionfo di Parigi) ed il Qutab Minar che vanta il primato di essere il più altro minareto al mondo. Se poi alla fine siete pronti ad essere catapultati ne grande chaos indiano allora non rimane che visitare il Mercato di Chandni Chowk. Artigianato locale, merci di ogni tipo, spezie e cibo, risciò e biciclette: il Mercato di Chandni Chowk è il posto giusto anche per acquistare qualche souvenir basta ricordare di contrattare sempre sul prezzo anche nell’acquisto di un viaggio in risciò.

India Gate - New Delhi, India

Possiamo concludere qui la visita alla città di News Delhi per portarci 200 chilometri più a nord nella città di Agra. Ed è proprio qui che si trova una delle sette meraviglie del mondo: il Taj Mahal, che abbiamo visto tutti, almeno una volta, in tv o in cartolina.

Questo imponente palazzo reale venne fatto costruire dal sovrano della dinastia Moghol Shah Jahan in onore della moglie. I versi del poeta indiano Tagore hanno saputo descrivere la magica bellezza di questo mausoleo che lo definì come “una lacrima di marmo, ferma sulla guancia del tempo”.

E con questo concludiamo il nostro tour dell’India, per tutte le altre informazioni vi invitiamo a consultare il sito  azonzotravel.com

A proposito dell'autore

Marco

Viaggiatore per il mondo con oltre 100 nazioni visitate nei 5 continenti. La passione per i viaggi è accompagnata da quella per la fotografia. Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com

Post correlati

2 Risposte

  1. Evelyn Mario

    Io consiglio di evitare il Lotus Temple, una orrenda costruzione contemporanea, difficile da raggiungere. Bella l’intenzione, ma il risultato è deprimente.

    Al contrario consiglio di vedere almeno un tempio hindù e di non perdere il templio sikh
    Gurudwara Bangla Sahib.

    Rispondi

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: