Sono tante le cose da fare a Cipro, e tanti i periodi in cui il suo clima la rende godibile, almeno da aprile a novembre direi! Però trattandosi di un’isola davvero grande, la prima domanda che ci si pone è: quali sono i luoghi da non perdere per una visita a Cipro?

VISITARE CIPRO NORD

Innanzitutto ci tengo a dirvi che, secondo me, è imperdibile vedere la parte Nord, territorio occupato dalla Turchia dal 1974. A livello di sicurezza non avrete niente da temere, e volete mettere l’ebbrezza di trovarvi in uno stato non riconosciuto? O meglio riconosciuto solo dal Governo turco. Certo di questa peculiarità avrebbero fatto volentieri a meno sia gli abitanti greco-ciprioti, che hanno dovuto abbandonare la loro dimora, sia i turco-ciprioti che vivono nella parte Nord. Questi ultimi non dispongono di passaporto e non possono recarsi all’estero, se non in Turchia.

I luoghi da non perdere per una visita a Cipro

COSA NON PERDERE A CIPRO NORD

CASTELLI E VILLAGGI MEDIEVALI

Questa parte – circa un terzo – dell’isola, racchiude splendide cittadine dalla vocazione turistica come Kyrenia, con il vicino castello di Sant’Ilarione: imperdibile con i suoi resti arroccatti e vista magnifica sulla baia di Kyrenia. Si tratta di uno dei tre principali castelli gotici di Cipro – insieme a quello di Buffavento e quello di Kantara. Tutti vi porteranno indietro nel tempo fino al Medioevo, e, dovendo essere costruiti in posizioni strategiche e dominanti, vi offriranno panorami mozzafiato fino al mare.

I luoghi da non perdere per una visita a Cipro

Un posto che ho considerato davvero magico è il villaggio di Bellapais, pochi km all’interno di Kyrenia. Il piccolo borgo ed il dominante monastero, di origine agostiniana, costituiscono due più che validi motivi per sostare qui. Il monastero di Bellapais è davvero fiabesco e al tramonto offre un’atmosfera imperdibile. Inoltre, la scena gastronomica di Bellapais ha un’offerta davvero sorprendente per un paesino così piccolo. Il mio consiglio, quindi, è di visitare il monastero verso sera e poi fermarvi qui sia per cena, sia per dormire.

I luoghi da non perdere per una visita a Cipro

Noi abbiamo pernottato al Gardens of Irini, davvero notevole per il bel giardino frequentato da gatti e l’ospitalità del proprietario.

PAESAGGI INCONTAMINATI

Proseguendo si estende la penisola di Karpas, il luogo più incontaminato dell’isola. Quando siamo andati noi, non arrivava neanche la corrente elettrica, fatta eccezione per Dipkarpaz. Qui si trovano le spiagge più belle e incontaminate di tutta Cipro, comprese in un’area protetta per preservare le colonie di tartarughe verdi. Per noi è stato indimenticabile il pernottamento presso la spiaggia di Agios Filon. Qui, tra il rumore delle onde, la possibilità di ammirare le tartarughe e la vista della piccola moschea in rovina, potrete gustare un’ottima cena a base di pesce: a illuminarvi, una volta spenti i generatori, solo le stelle. Non vi aspettate lussi all’albergo Oasis, ma ricordi indimenticabili, quelli sì.

CITTA’ ANTICHE E CITTA’ ABBANDONATE

La principale città di Cipro Nord è Famagusta, dalla storia millenaria. La sua vocazione turistica è stata in parte frenata dall’occupazione turca, come testimonia ancora il centro balneare di Varosia, oggi località fantasma. Nei dintorni, però, restano siti archeologici impressionanti come la celebre Salamina del VI secolo a.c. che sicuramente vale la visita.

Allora vi ho convinto a visitare Cipro Nord?

E non vi ho ancora parlato della capitale di Cipro: Nicosia. O meglio, per quella che è attualmente l’ultima e unica capitale divisa, sarebbe meglio parlare di Nicosia Nord o Lefkosa e Nicosia Sud, o Lefkosia.

I luoghi da non perdere per una visita a Cipro

L’ULTIMA CAPITALE DIVISA D’EUROPA

La prima si trova ancora nei territori occupati dai Turchi, mentre Nicosia Sud è la capitale della Repubblica democratica di Cipro. Già solo per questo capirete che visitare le due anime della città è un’esperienza imperdibile.

Il Checkpoint per passare da Lefkosia a Nicosia Nord, o viceversa, a piedi o in bicicletta, si chiama Check Point del Ledra Palace Hotel. Per compiere questo passaggio è ufficialmente richiesto dalle autorità di Cipro Nord il passaporto. In ogni caso, anche per visionare tutte le regole, comprese quelle per l’importazione di merci all’interno della Repubblica di Cipro, potete consultare il sito della Farnesina.

Sarà immancabile una passeggiata lungo la linea verde: la zona cuscinetto che divide le due parti di Nicosia. Qui ora giacciano tante case e costruzioni abbandonate, in stato di evidente degrado. Perché vederle, vi starete chiedendo? Perché sono una forte testimonianza del dramma vissuto da tante famiglie greco-cipriote, che, nel giro di un attimo si sono ritrovate senza casa, nulla tenenti. Altrove, altrettanto è accaduto per alcune famiglie turco-cipriote.

NOLEGGIARE L’AUTO A CIPRO

Innanzitutto tenete presente che l’auto a Cipro si guida al contrario, come in Inghilterra. All’inizio crea un po’ di incertezza, ma poi ci si abitua. Prestate solo particolare attenzione agli incroci e quando vi immettete in strada. Le condizioni delle strade sono buone e la guida dei ciprioti non è spericolata, al contrario di quanto abbiamo notato sia in Grecia, sia in Turchia!

Prestate, inoltre, particolare attenzione se noleggiate un auto a Cipro Sud e volete andare anche a Cipro Nord. Ciò è fattibile, nonostante alcuni autonoleggi cerchino di scoraggiarvi a farlo.

Quello che c’è da sapere, però, è che l’assicurazione non sarà più valida a Cipro Nord. Dovrete stipularne una extra che, tra l’altro, è possibile fare direttamente ai check point al passaggio di confine, con le autorità competenti, a costi accettabili. La durata minima che vi proporranno è di tre giorni, si tratta di un’assicurazione di responsabilità civile contro terzi.

Secondo la nostra guida Lonely Planet, tale assicurazione copre solo i danni “che non siano occorsi per causa vostra”. Se, quindi, fate un incidente e la colpa è vostra potreste dover pagare i danni. Noi abbiamo corso il rischio, prestato molta attenzione, ed è andato tutto bene. Se però non ve la sentite l’unica alternativa, anche se meno confortevole, è noleggiare due macchine, una per visitare il Sud e l’altra per visitare il Nord di Cipro.

Ricordatevi, infine, che se noleggiate un auto a Cipro Nord, non vi sarà consentito di portarla anche a Cipro Sud.

CIPRO SUD IN TUTTE LE SUE RICCHEZZE

LE SPIAGGIE

Una volta convinti – spero – a non perdere Cipro Nord, il mio consiglio è di non trascurare assolutamente nemmeno la parte Sud! Scoprirete la ricchezza di cose da fare che vi offre quest’isola. A cominciare dal mare e le sue spiagge. Splendide quelle di Lara Beach, vicino alla penisola di Akamas, dove nidificano anche le tartarughe, e Petra Tou Romiu – vicino a Pafos – dalla cui spuma di un’onda si narra sia nata niente meno che la dea della bellezza, Afrodite.

I luoghi da non perdere per una visita a Cipro

Un altro luogo per rinfrescarsi un po’ nei dintorni di Pafos sono le alture di Akamas. Qui si trovano meno turisti, ottimi agriturismo dove poter gustare la deliziosa cucina isolana e graziosissimi villaggi come Kritou Terra.

DA UN TUFFO NELL’ARCHEOLOGIA, ALLE CHIESE NASCOSTE, AI CASTELLI

E poi l’archeologia. Imperdibili i resti dell’antica Kourion, in cima ad un’altura. Regala una splendida vista a picco sull’omonima spiaggia, dove potrete rinfrescarvi dopo la visita.

I luoghi da non perdere per una visita a Cipro

Nei dintorni di Pafos, poi, sono imperdibili le Tombe dei Re di epoca ellenistica romana, un unicum nel loro genere su tutta l’isola. Se resistete alla calura visitate anche il sito archeologico di Pafos, originario del IV secolo a.C.

L’esplorazione di questi splendidi siti sarà maggiormente godibile se evitate i mesi più caldi. In ogni caso sappiate che noi li abbiamo visitati in pieno agosto! Vi consigliamo semplicemente alcuni accorgimenti , come evitare le ore centrali della giornata, portare sempre con voi acqua, cappello e crema solare, intervallare la visita tra un sito e l’altro con una bella nuotata rinfrescante in mare.

I luoghi da non perdere per una visita a Cipro

La storia di Cipro prosegue anche in tempi più recenti, e tracce magnifiche ne sono i castelli medievali, chiese rupestri e monasteri. Ad esempio, ci sono le tombe rupestri affrescate di Lambrianos e Mistikos, alle pendici della collina Fabrica, sempre nei dintorni di Pafos.

Se siete amanti delle icone, o se la fede ortodossa vi incuriosisce, non potete perdere nemmeno il Monastero Panagia di Kykkos: il più importante sito religioso di tutta l’isola. Oltre all’icona sacra, il Museo bizantino ne custodisce gli splendidi tesori. Qui presentatevi in maniera più decorosa che in t-shirt e pantaloncini, oppure noleggiate alle bancarelle poste all’entrata una simpatica veste colorata!

L’INTERNO: PER ASSAPORARE LA CIPRO PIU’ AUTENTICA

Il Monastero di Kykkos è una delle tante attrazioni presenti in un altro luogo che vi consiglio assolutamente di non perdere a Cipro: i monti Trodos.

Questi monti, solo per la natura intatta che ospitano e le chiese bizantine – dieci delle quali dichiarate patrimonio UNESCO – valgono la vostra visita qui.

Inoltre, i monti Trodos vi offriranno riparo dalla calura estiva e dal turismo di massa presente in alcune località balneari di Cipro, come i flussi dei viaggi organizzati – soprattutto inglesi e russi – che bazzicano a Lemesos, Pafos, Larnaka e Ayia Napa.

Se volete godervi a pieno queste località, vale piuttosto la pena visitarle in autunno.

Nei villaggi dei Trodos, invece, vi sarà possibile cogliere l’autenticità della quotidianità cipriota. Noi abbiamo visitato Kakopetra, che è incantevole. Ve lo consigliamo anche per il pernottamento, perchè è un ottimo punto di partenza sia per trekking o sentieri in bicicletta, sia per visitare le chiese affrescate del XI-XV secolo. Tali chiese nascoste tra le rocce testimoniano il tempo in cui solo su queste alture i credenti ortodossi potevano praticare il loro culto, senza essere perseguitati dalla dinastia cattolica dei Lusignano, originari della Francia.

I luoghi da non perdere per una visita a Cipro

A proposito dell'autore

piccoligrandiviaggiatori

Mi chiamo Elisa Scuto, sono cresciuta a Imperia e vi ho fatto ritorno dopo aver vissuto a Milano, Londra, Roma e Lucca! Travelblogger per necessità, se non viaggio mi manca l’aria! Mi piace leggere di viaggi, programmarli, farli e poi raccontarli e riviverli sul blog.  Credo che “il viaggio” non sia un’esperienza limitata al periodo in cui si è via, ma molto più duratura nel tempo. Piccoligrandiviaggiatori.com é il mio family travel blog, nato a dicembre 2016. Racconta i viaggi fatti da me, Laura e papà. La mia missione?! Incoraggiare i genitori a non mettere da parte la loro passione per i viaggi, ma anzi trasmetterla ai loro bambini…E non è mai troppo presto per farlo!

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: