L’esotica Bali, meraviglia e orgoglio dell’Indonesia, è spesso sovraccarica di turisti ed è di per sé un’isola molto trafficata. Per questo motivo abbiamo lasciato Kuta immediatamente dopo il nostro arrivo. Eravamo alla ricerca di luoghi meno caotici, in cui poter trovare meno traffico e più vita balinese.

Abbiamo alloggiato in una villa trovata su airBnB poco distante dalla spiaggia di Padang Padang per 35 euro a notte circa, con piscina e colazione. Da qui è iniziata la nostra esplorazione nelle più belle e caratteristiche spiagge della zona e nel migliore dei modi: in motorino (per 2 adulti e 2 bimbe basta uno scooter), economico, agile e divertente (non dimenticate di noleggiare un casco e siate molto prudenti alla guida).

1. PADANG PADANG (THOMAS)

Vale la pena di scendere i 172 gradini che vi separano da questa bellissima spiaggia: poco frequentata e particolarmente adatta ai bimbi, grazie alle piscine naturali che si formano con il movimento delle maree. Vi basterà armarvi della pazienza necessaria a scendere e risalire la scalinata con bambini che nella discesa non avranno problemi, mentre al ritorno, stanchi, chiederanno di essere portati in braccio. In questo caso, oltre la pazienza, serve anche energia fisica da parte dei genitori per risalire la scogliera. Sulla spiaggia troverete anche 3 ristorantini con i soliti menu a prezzi affordabili e lettini a noleggio che non costano più di 50.000 rupiee per la giornata.

Un consiglio: provate il succo di cocco che viene venduto dai botteghini sulla spiaggia per non oltre 20.000 rupie.

2. SULUBAN

Collocata ai piedi di una scogliera, in fondo a una strada con negozietti, piccoli ristoranti e warung, questa spiaggia si raggiunge soltanto attraversando una grotta: aspettate che la marea rientri affinché l’acqua non superi le caviglie e anche il ritorno sia agevole. È stata una bella esperienza soprattutto per le nostre bimbe, che si sono divertite ad attraversare la grotta e a giocare attorno al relitto di una barca arenato sulla spiaggia. Troverete anche moltissimi surfisti a cavalcare le onde più famose di Bali.

Al tramonto godetevi una birra mentre il sole scende nell’oceano indiano e i surfisti cavalcano le ultime onde della giornata.

3. NYANG NYANG

Bianchissima e incontaminata, Nyang Nynang si trova alla fine di un lungo sentiero di breccia (evitate le infradito) ed è spesso quasi deserta poiché ci si impiega circa 20 minuti a piedi per raggiungerla. Le bellezze naturali che offre vale la pena della lunga passeggiata: magari non è l’ideale per i bambini, ma se siete intraprendenti e avventurosi, godrete dei colori intensissimi, della brezza e del rumore delle onde che si infrangono sulla battigia. Non ci sono bar o ristoranti, dunque portate con voi cibi e bevande.

4. PADANG PADANG

Piccola e affollatissima, questa è praticamente l’unica spiaggia con acque dal fondale sabbioso. La grande affluenza di famiglie soprattutto locali e surfisti v’indurrà a svegliarvi molto presto al mattino per accaparrarvi un po’ di spazio per telo e ombrellone. L’entrata è di 5000 rupie a testa e si scende per una breve scalinata attraverso un tempio. Adatta ai bambini perchè il mare qui è sempre calmo e poco profondo. Ci sono un paio di ristoranti sulla spiaggia con il solito menu turistico e qualità abbastanza bassa.

5. DREAMLAND BEACH

La bellezza di questa suggestiva spiaggia tipicamente balinese è stata pian piano rovinata dalla presenza di strutture turistiche già presenti e in costruzione. Molti turisti sopratutto nei fine settimana. La spiaggia si raggiunge facilmente su strada asfaltata. Consigliata anche solo per una visita giornaliera.

6. BINGIN

I fondali di Bingin sono tappezzati di coralli (onde evitare di tagliarvi i piedi, vi consiglio di indossare scarpette in gomma per fare il bagno) per cui troverete esperti surfisti a cavalcare il più famoso reef break di Bali. Attendete l’alta marea e mantenetevi sul lato sinistro della spiaggia per nuotare indisturbati. Nonostante la presenza di molti bar, hotel e appartamenti turistici, Bingin non ha perso il suo fascino rustico ed esotico, quasi selvaggio. Non troverete nemmeno lettini e sedie a sdraio in spiaggia. Questa spiaggia si raggiunge in 10 minuti scendendo una ripida scalinata lungo la scogliera.

7. NUSA DUA

La presenza di un cantiere per la costruzione di un nuovo resort rende l’ingresso alla spiaggia poco scenografico, ma una volta entrati respirerete un’atmosfera unica, resa frizzante dalla presenza di molte famiglie indonesiane. Le sempre affascinanti piscine naturali che si formano nel mare, calme e poco profonde, rendono Nusa Dua un luogo ideale per i bimbi.

Potete noleggiare un kayak per esplorare da vicini i fondali corallini. Noi ci siamo avventurati fino all’estremità sud della spiaggia, che abbiamo scoperto essere un tempo famosa per la coltivazione e preparazione di alghe marine: le grotte e la piccola baia lo rendono il punto migliore soprattutto per lasciarsi andare a rigeneranti nuotate, grazie al fondale poco roccioso e all’assenza di correnti.

Vi consigliamo una sosta al Pandawa Breeze, il bar del nostro simpatico amico Komangs. Se acquistate un paio di drink, Komangs vi concederà di utilizzare gratuitamente un lettino, palette e secchielli per i vostri figli.

Per concludere ci siamo divertiti ad esplorare queste spiagge a sud di Bali con la famiglia. La maggior parte sono difficili da raggiungere ma una volta in spiaggia vi scorderete della fatica fatta per raggiungerle.

 

COSA FARE A ULUWATU E DINTORNI

  • Visitate il tempio di Uluwatu, rigorosamente al tramonto per rendere l’esperienza ancor più surreale. Entrata 15.000 rupiee per adulto.
  • Sempre al tramonto, godetevi le acrobazie dei surfisti di Uluwatu mentre sorseggiate una bella birra ghiacciata in uno dei bar sulla scogliera.

DOVE MANGIARE

Suka Espresso è il luogo ideale, grazie alla varietà del menu e alle molte opzioni per i vegani. Vi consigliamo in particolar modo i loro cocktail e frappè. Prezzi nella media della zona, circa 60.000 rupiee a piatto. Servono anche acqua filtrata gratuita.

Nella zona ci sono molti ristoranti per surfisti e viaggiatori con prezzi dai 4-5 euro a piatto, oppure i warung con piatti più spartani ed economici a partire da 2 euro. La birra ha un prezzo fisso praticamente ovunque di 35.000 – 40.000 rupee, circa 2 euro e 50 centesimi per una birra da mezzo litro in bottiglia.

DOVE DORMIRE

Su airBnB troverete un’ottima selezione di case e appartamenti anche con piscina e soluzioni con prima colazione inclusa. Per ricevere 25 euro di sconto andate sul link www.airbnb.com/c/mallegri1 ma anche booking.com per maggiori opzioni. Andare di persona nelle strutture in loco non cambia di molto il prezzo anzi, a volte è anche più caro.

Di media una stanza doppia in un homestay decente, con piscina e colazione costa dalle 25 alle 35 euro per una doppia a notte. Ci sono poi hotel e appartamenti con vista mare con prezzi a partire da 60-90 euro a notte, per poi passare ai resort lusso con prezzi da 200 euro a notte in su.

CONSIGLI

  • Affittate una moto per raggiungere le spiagge di Uluwatu nel modo più veloce, pratico ed economico. Il costo di uno scooter è di circa 7 dollari al giorno. Indossate sempre un casco e siate molto prudenti alla guida.
  • Fate attenzione tutte le volte che cambiate i contanti, poiché ci sono molti imbroglioni in giro. Affidatevi a centri autorizzati ma anche in questi contate più volte le banconote cambiate prima di accettare lo scambio. 

E per finire il Vlog del nostro viaggio a Uluwatu, Bali

A proposito dell'autore

Marco e Felicity

Marco e Felicity, fondatori di questo blog e di Thinkinnomads.com - In viaggio per il mondo dal 2004 con oltre 110 nazioni visitate nei 5 continenti. Prima viaggiatori e poi travel blogger, sognatori e sempre in cerca di nuove avventure. Al momento in viaggio in Asia con Maya e Isabella, le nostre due bambine.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: