Quando a pochi mesi dal nostro matrimonio, davanti ad un mappamondo, ci siamo trovati a dover scegliere la destinazione del nostro viaggio di nozze, abbiamo avuto un’altra dimostrazione del fatto che stavamo scegliendo la persona giusta. Con tutto il mondo davanti, a disposizione … ad entrambi salta in testa lo stesso posto, visto su un articolo di giornale letto chissà quanto tempo prima: Le Smokey Mountains a Manila.

Bambini che assieme ai grandi scavano nella spazzatura alla ricerca di plastica, alluminio da poter insaccare e rivendere per guadagnarsi da mangiare. La manovalanza delle famiglie degli slums, di scuola neanche a parlarne.

“Ci andiamo?” … “E cerchiamo di fare qualcosa?”.

Così, chiediamo a tutti i nostri invitati di regalarci un sacco di soldi, da portare alle Missionarie della Carità che spendono la loro vita, nel quartiere di Tondo, per i bambini ammalatisi tra i rifiuti.

Carmen resta incinta 2 mesi prima del matrimonio, la ginecologa non vorrebbe farci partire … ma oramai la macchina è già avviata, nulla ci può fermare (e meno male!). Le Filippine sono un Paese incredibile, si alternano panorami mozzafiato, capitale umano splendido, cultura asiatica millenaria … a degrado e povertà estrema.

I “big heads”, i bambini nati deformi e curati dalle Sisters ci sono rimasti nel cuore, così come tutti gli altri piccoli letteralmente strappati ad un’infanzia fatta di percolato, leptospirosi e olezzi vari.

Volevamo adottarne almeno uno di quei tesori, strapparlo da quella miseria. E ci abbiamo provato, pur avendo avuto il decreto di idoneità dal Tribunale dei Minori … ma purtroppo con 5 figli ed uno Stato di famiglia molto instabile non ci siamo riusciti. Sì, perché la nostra vita è stata movimentata dalla nascita di Giulia, Flavia, Diana, Claudio, Daniele.


45 mesi di gravidanza in 8 anni non ci hanno atterrato del tutto, e allora, per il nostro decimo anniversario, cosa potevamo regalarci se non un aereo per Manila? E’ lì che la nostra neonata famiglia ha iniziato a fare del bene, è lì che torneremo, questa volta con 2 zaini da trekking e 5 zainetti piccolini.

I nostri figli, giovani esploratori sempre avidi di avventure e con gli occhi aperti al mondo, vivranno con noi questa esperienza che siamo sicuri rimarrà nel loro cuore come è successo a noi.

Ma questo non basta. Noi vogliamo contribuire, nel nostro piccolo, a cambiare il mondo! Porteremo i nostri risparmi (che abbiamo già usato per acquistare il viaggio), ma abbiamo anche attivato un fundraising per raccogliere più soldi possibili che diventeranno cibo, medicine, VITA!

Su questa piattaforma è possibile sostenere il nostro progetto: https://buonacausa.org/cause/homeofjoy

Sulla nostra pagina FB, aggiornata quotidianamente, spieghiamo nel dettaglio chi siamo e cosa abbiamo intenzione di fare rispondendo ad ogni domanda: https://www.facebook.com/carmense2002

Fino alla prima metà di Aprile sarà possibile, per chi vuole, salire a bordo della nostra jeepney e, in qualche modo, partire con noi.

Garantiamo che ogni singolo euro versato arriverà a destinazione e diventerà manna dal cielo, per chi è abituato a vivere senza nulla.

Grazie a chi vorrà aiutarci, grazie a chi condividerà questo pezzo di Strada con noi.

Giuliano & Carmen

A proposito dell'autore

Marco e Felicity

Marco e Felicity, fondatori di questo blog e di Thinkinnomads.com - In viaggio per il mondo dal 2004 con oltre 110 nazioni visitate nei 5 continenti. Prima viaggiatori e poi travel blogger, sognatori e sempre in cerca di nuove avventure. Al momento in viaggio in Asia con Maya e Isabella, le nostre due bambine.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: