In questo articolo ti parlo dei Tirana, la capitale dell’Albania, una città da non sottovalutare.

Se ti dico Albania, cosa ti viene in mente? Fortini e spiagge selvagge a poco prezzo, vero? Ma l’Albania non è solo questo! Io sono stata più di un mese in viaggio in questo straordinario paese e ne sono rimasta affascinata.

La prima cosa che ho visto è stata la sua capitale, Tirana, che anche da sola merita almeno un weekend!

Ecco cosa c’è da vedere nella più grande città albanese.

5 cose da vedere a Tirana

Non capisco perché Tirana non viene quasi mai inserita nell’itinerario del viaggiatore in giro per l’Albania. Alcuni la considerano solo una tappa di arrivo o di ritorno per la presenza dell’aeroporto, invece i viaggiatori che arrivano per nave non ci pensano proprio a farle un saluto. In realtà è una delle città più interessanti dell’Albania, con tanti musei da visitare, grandi passeggiate da fare e anche una vivace night life!

1 – Piazza Skanderberg

Inizia ad esplorare Tirana dal suo centro, Piazza Skanderberg, il cuore pulsante della città.

Questa piazza è un vero e proprio riassunto di tutti i periodi storici dell’Albania, dal periodo ottomano ai giorni nostri.

Il periodo ottomano è rappresentato dalla Moschea, il periodo italiano è rappresentato dal Municipio e dal palazzo della Banca Nazionale, gli anni del comunismo dal Palazzo della Cultura, dall’ Hotel Tirana e dal Museo Storico Nazionale.

Piazza Skanderberg - Tirana
Vai con ordine e inizia la visita della città con la Moschea Et’hem Bey e con la Torre dell’Orologio, entrambi ricordi del periodo ottomano.

La Moschea è uno degli edifici islamici meglio conservati del paese, molto famosa per i bellissimi affreschi che ne decorano in parte la facciata e anche gli interni.

Mi raccomando, per visitare questo luogo sacro lascia le scarpe all’esterno e usa un abbigliamento adeguato.

Dopo spostati sui gradini del Palazzo della Cultura, uno dei più grandi edifici dell’epoca comunista presenti a Tirana. Grazie alla sua posizione un po’ sopraelevata puoi osservare la piazza in tutta la sua ampiezza.

Museo Storico Nazionale - Tirana
Il grande edificio che occupa tutto il lato settentrionale è il Museo Storico Nazionale. Il bel mosaico che ne decora la facciata è un esempio di arte realista socialista. Se vuoi conoscere meglio la storia del paese ti consiglio di visitare anche l’interno del museo. L’esposizione è divisa su tre piani e illustra tutta la storia dell’Albania, dalla preistoria ai giorni nostri. C’è davvero tanto da vedere, quindi dedica al museo almeno un paio di ore.

Esci dal museo e vai verso il centro della piazza. Qui fino al 1991 al centro della piazza c’era una statua dorata di Enver Hoxha, oggi sostituita con una statua dell’eroe nazionale Skanderberg.

2 – La Piramide

Piramide - Tirana
È arrivato il momento di allontanarsi un po’ dal centro per andare a vedere una delle più controverse costruzioni del periodo comunista, la Piramide.

Quello che vedi oggi è un edificio in rovina, ma un tempo era un museo dove veniva celebrato Enver Hoxha. Dopo la sua morte per qualche anno qui fu ospitato il suo corpo e tutti i doni che aveva ricevuto dai leader degli altri paesi. Dopo il 1991 fu sede di una discoteca e di una televisione privata.

3 – Il Bllok

Posto di blocco - Tirana
Un’altra zona strettamente legata al dittatore è il Bllok. Qui un tempo Hoxha aveva la sua residenza e tutto il quartiere era una zona off-limits per tutta la popolazione. Oggi è la maggior sede della night life di Tirana e solo il memoriale chiamato “Posto di blocco. Memoriale dell’isolamento comunista” ricorda il passato buio del quartiere.

4 – Bunk’art

bunk'art - Tirana
Se vuoi avere ancora più informazioni sulla storia di Tirana ti consiglio anche una visita al Bunk’art.

Arrivarci non è proprio semplicissimo, si trova nella periferia nord della capitale, ma la corsa in bus o in taxi verranno sicuramente ripagate dall’interessante mostra.

Si tratta di un bunker antiatomico enorme, che conta più di 100 stanze tra cui anche quelle dove avrebbe dovuto rifugiarsi il dittatore.

Oggi la struttura è visitabile e all’interno ci sono interessanti mostre che ci parlano del periodo comunista e anche di arte contemporanea. Diciamo che l’atmosfera lì sotto è un po’ claustrofobica e i visitatori non sono tantissimi, ma è una delle migliori attrazioni della città!

Da poco è stato anche aperto al pubblico un altro bunker, chiamato Bunk’art 2 in centro città, con un’esposizione comunque degna di nota, ma non così interessante come questa!

5 – Parco di Tirana

Dopo questa immersione nella storia prenditi un po’ di tempo per una lunga passeggiata nel Parco di Tirana, una vera e propria oasi di tranquillità nel centro della città. Il luogo ideale dove rifugiarsi quando se ne ha abbastanza del caos e si cerca un po’ di relax.

A proposito dell'autore

Sono Stefania Manfredi, calabrese di nascita e romana di adozione. Il mio blog Stamping the world nasce nel 2015 per dare spazio alle due mie grandi passioni, il viaggio e la scrittura. Viaggio in modo autonomo e low cost prediligendo posti poco conosciuti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: