Le cose da fare alle Canarie sono veramente numerose e in grado di offrire esperienze uniche e irripetibili. Dai picchi del Teide alle ampie distese di sabbia di Gran Canaria, dai paesaggi lunari di Lanzarote alle foreste di laurissilva di Tenerife.

Ogni isola ha una varietà paesaggistica davvero sorprendente, che aspetta solo di essere vissuta.

Tipico paesaggio delle Isole Canarie

1. Scalare il Teide (Tenerife)

10 cosa da fare alle Canarie: il Teide, Tenerife
Il Teide, Tenerife

Il Teide è il terzo vulcano più alto del mondo. Con i suoi 3718 metri rappresenta una tappa imperdibile a Tenerife.

Per chi decidesse di visitare la cima più alta di Spagna e i suoi dintorni, può scegliere tra diverse alternative.

È possibile salire con la funivia e andare alla scoperta dei paesaggi vulcanici del parco oppure passare la notte al Parador Nacional e raggiungere il cratere a piedi all’alba dopo aver richiesto e ottenuto un permesso speciale.

Il Parador Nacional è situato nel cratere naturale delle Cañadas del Teide e occupa un’ottima posizione per l’osservazione delle stelle. Il vulcano canario, infatti, è classificato come uno dei luoghi migliori al mondo per godere dello spettacolo notturno della volta celeste.

2. Ammirare le Scogliere di Los Gigantes (Tenerife)

Los Gigantes Tenerife

Le Scogliere di Los Gigantes si chiamano in questo modo per via della loro altezza vertiginosa. Nei punti più alti, infatti, raggiungono i 600 metri sul livello del mare.

Il miglior modo per ammirare questo spettacolo della natura, appartenente al Parco Rurale di Teno, è sicuramente un’escursione in barca durante la quale – con un po’ di fortuna – si possono osservare i simpatici delfini e le meravigliose balene.

3. Perdersi tra le Dune di Maspalomas (Gran Canaria)

Dune di Maspalomas, Gran Canaria
Dune di Maspalomas, Gran Canaria

La Riserva Naturale delle Dune di Maspalomas si estende per ben 400 ettari ed è occupata da una zona di dune vive formate da sabbia organica, da una spiaggia, da un palmeto e dalla Laguna La Charca. Quest’ultima costituisce oggi un punto di riferimento importante per molte specie di uccelli migratori.

4. Visitare il Parco di Roque Nublo (Gran Canaria)

Roque Nublo Gran Canaria

Il Parco di Roque Nublo prende il suo nome dalla presenza dell’omonima formazione rocciosa. Il Roque Nublo è infatti un monolite di origine vulcanica dell’altezza di 80 metri. Occupa il centro geografico dell’isola ed è stato, in tempi antichi, luogo di culto per gli indigeni.

Il sentiero per raggiungerlo misura una lunghezza di cinque chilometri, passando per altri due monumenti naturali: il promontorio roccioso di La Rana e quello di El Fraile.

5. Godersi il sole e l’oceano presso il Parco delle Dune di Corralejo (Fuerteventura)

10 cose da fare alle Canarie: Dune di Corralejo, Fuerteventura
Dune di Corralejo, Fuerteventura

Il Parco Naturale delle Dune di Corralejo e Isla de Lobos nasce nel 1982 e si estende su una superficie di 27 chilometri quadrati. Si divide in diverse zone ben distinte: il sistema di dune El Jable, il cratere della Montaña Roja e la Montaña di los Apartaderos.

La sua sabbia bianca e fine è composta principalmente da materiale organico, derivante dallo sgretolamento di gusci di conchiglie, molluschi e altri organismi.

Esistono alcune teorie sulla formazione delle dune, ma quella più accreditata è che la sabbia provenga dal fondale oceanico posto tra Fuerteventura e Lanzarote in seguito all’ultima glaciazione.

Il parco è raggiungibile attraverso la strada costiera FV1, che collega Corralejo alla capitale Puerto del Rosario.

6. Passeggiare tra le stradine di Betancuria (Fuerteventura)

le stradine di Betancuria

Betancuria è l’antica capitale di Fuerteventura. Fondata nel 1404 dal cavaliere normanno Jean de Bethencourt, la sua posizione – nella zona centrale dell’isola – era strategica per proteggere meglio la popolazione dall’attacco dei pirati.

Questa cittadina coloniale offre, oggi, al visitatore una testimonianza antica di Fuerteventura. Il suo centro storico ospita la Chiesa di Santa Maria, cuore religioso di Betancuria.

7. Avventurarsi nella Penisola di Jandía (Fuerteventura)

Spiaggia di Cofete, Penisola di Jandía, Fuerteventura

La Penisola di Jandía occupa l’intera parte meridionale di Fuerteventura. Il suo paesaggio brullo e, in alcuni tratti, quasi desertico è uno dei luoghi più affascinanti dell’isola.

Superato l’Istmo di La Pared con le sue grandi dune di sabbia bianca e la bellissima Playa de Sotavento – paradiso dei surfer – si apre un paesaggio vulcanico attraversato da strade sterrate che conducono a veri e propri paradisi come Cofete e il faro di Punta Jandía, che occupa la parte più meridionale di Fuerteventura.

8. Conoscere il Parco Nazionale di Timanfaya (Lanzarote)

Parco di Timanfaya, Lanzarote
Parco di Timanfaya, Lanzarote

Diversi secoli fa lava e magma incandescenti hanno dato origine a uno degli scenari vulcanici più affascinanti delle Isole Canarie.

Normalmente la visita di Timanfaya inizia dal Centro visitatori, che ospita una mostra e un programma audiovisivo riguardanti il parco.

Un altro luogo di interesse sono le Montañas del Fuego, una zona molto interessante dal punto di vista geologico e paesaggistico con ingresso a pagamento. La tariffa comprende il parcheggio, il servizio bus per attraversare la Ruta de los Vulcanes e le dimostrazioni geotermiche.

Oltre ad attraversare parte del parco in bus, è possibile visitarlo – previa prenotazione – attraverso due percorsi escursionistici: la Ruta de Tremesana e la Ruta del Litoral.

9. Scoprire le opere di César Manrique (Lanzarote)

Lanzarote può essere considerata la tela dell’artista César Manrique. La relazione uomo-natura, secondo la sua concezione, si esprime attraverso interventi sul territorio che instaurino un dialogo di rispetto e integrazione con l’ambiente naturale.

Nascono così il Giardino di Cactus, il Mirador del Río con la sua splendida vista sull’Isola di La Graciosa, la Casa Museo del Campesino, il Castillo di San José che ospita il MIAC (Museo Internazionale di Arte Contemporanea) e il Ristorante El Diablo nel Parco di Timanfaya.

10. Rilassarsi a Playa del Papagayo (Lanzarote)

10 cose da fare alle Canarie Playa del Papagayo, Lanzarote
Playa del Papagayo, Lanzarote

Playa del Papagayo è la spiaggia più popolare di Lanzarote. Le sue acque smeraldine e quasi sempre riparate dal vento sono ideali per praticare snorkeling e godere dei suoi meravigliosi fondali.

La spiaggia dalla sabbia dorata è protetta alle spalle da una parete rocciosa che anticipa la conformazione della costa nei suoi dintorni, bagnata e sempre modellata dalla forza prorompente delle onde dell’Oceano Atlantico.


Queste sono le 10 cose da fare alle Canarie, in particolare per chi parte per la prima volta e vuole concentrarsi sui luoghi più famosi.

Per chi, invece, accanto all’esplorazione ha bisogno anche di momenti di relax Alpitour ha una un’ampia gamma di offerte per vivere una vacanza in grado di soddisfare ogni esigenza.

Le strutture Alpitour si dividono in BravoClub, AlpiClub e SeaClub. I BravoClub sono rivolti a giovani che amano il divertimento e vogliono rilassarsi, gli AlpiClub principalmente alle famiglie, mentre i SeaClub a chi vuole godersi una vacanza con servizi di alta qualità. Queste strutture sono concentrate nelle isole maggiori: Tenerife, Gran Canaria, Fuerteventura e Lanzarote. Quattro destinazioni tanto diverse quanto particolari; ognuna con una propria identità e un proprio carattere.

Alpitour ha quindi cercato di identificare le qualità di ogni isola, semplificando la scelta della destinazione per le proprie vacanze. Tenerife allora presenta diverse Bandiere Blu e ha angoli naturali che ancora riescono a resistere alla mano dell’uomo, Fuerteventura è l’isola delle spiagge bianche e nere, della natura selvaggia e dei surfer. Continuando Gran Canaria è meta di divertimento, di bellezza e purezza territoriale e, infine, Lanzarote è l’isola del Parco vulcanico di Timanfaya e rappresenta un vero e proprio museo a cielo aperto grazie agli interventi dell’artista César Manrique.

Insomma clima sempre primaverile, ampie spiagge e meravigliosi parchi naturali attendono solo di essere scoperti e vissuti.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.