5 cose da vedere ad Amsterdam

Poliedrica, accattivante ma allo stesso tempo antica e moderna, Amsterdam è sempre stata una città multiculturale con oltre 100 canali, 600 ponti che a partire dal ‘500 resero ricchissima la città facendone il crocevia di tutti i traffici commerciali del Nord Europa.

Una città tollerante che durante gli anni ’70 vide insediarsi migliaia di hippie e squatters che cambiarono  profondamente il modo di vivere dei suoi abitanti.

Le droghe leggere sono legali, la prostituzione è tollerata e c’è una legislazione molto avanti dei diritti civili. Inoltre ci si muove prevalentemente in bicicletta e con i mezzi pubblici riducendo drasticamente le emissioni di Co2.

Amsterdam attira sicuramente molti turisti per il suo essere trasgressivo per via del famoso quartiere a luci rosse e i tanti coffee shop, che sembrano rappresentare una grande attrattiva per l’italiano medio!

Il periodo migliore per visitarla va da Aprile a Settembre, soprattutto in primavera con la fioritura dei tulipani ( iconico simbolo olandese). L’inverno è molto rigido con piogge frequenti ed a questo proposito non fate come me quando ho deciso di vederla a ottobre… Il kway e gli stivali sono stati i miei migliori amici per quattro giorni!

canale di amsterdam

Ora vi elencherò le 5 cose che secondo me non dovete assolutamente perdere nella capitale dei Paesi Bassi.

Museo Van Gogh

Anche se non siete appassionati d’arte io ve lo consiglio!

E’ un museo nato dagli eredi che donarono alla città 200 quadri e 500 bozze dell’artista.

All’interno troverete anche altri artisti come Monet, Gaugin, Toulouse-Lautrec e Zundert.

Si può accedere direttamente dal Museumplein e per maggiori informazioni potete vedere sul sito ufficiale www.vangoghmuseum.it

Museo Van Gogh amsterdam

Vondelpark

Il polmone verde per eccellenza di Amsterdam, racchiude all’interno luoghi di grande fascino. Sempre frequentato da turisti e locali per fare sport sia in inverno che in estate.

Durante l’estate vengono organizzati eventi musicali e spettacoli, all’interno troverete anche il Film Museum dove si svolgono proiezioni importanti e festival.

Vondelpark amsterdam

Bloemenmarkt

Il bellissimo mercato dei fiori che non lascia tregua agli appassionati di fiori come me!

E’ un centro di un’intensa attività commerciale realizzato nel 1862 sul canale Sigel e ha reso la città famosa in tutto il mondo per il suo prodotto simbolo.

il mercato di Bloemenmakt

Zaanse Schans

A 20 km troviamo questo villaggio con 40 case con circa 700 mulini a vento. La forza del vento veniva sfruttata per i frantoi, macinare la farina e per le segherie.

Oggi l’area è un museo a cielo aperto!

I mulini rimasti sono 10 e conservati in ottimo stato, sicuramente vi consiglio di passeggiare e ammirare le case colorate in legno!

L’ingresso è gratuito, è previsto un biglietto di 2.50 euro per ogni mulino ma negli info point che troverete sparsi in città, possono illustrarvi diversi pacchetti con il trasporto incluso e la visita guidata.

Zaanse Schans olanda

Piazza Dam

La piazza per eccellenza, qua sono concentrate le principali attrazioni turistiche come il Palazzo Reale, la chiesa Nuova e il Nationaal Monument un obelisco che ricorda le vittime della seconda guerra mondiale.

Si può prendere come punto di riferimento per muoversi in ogni parte della città come per raggiungere il quartiere a luci rosse.

Queste sono solo 5 punti che volevo consigliarvi ma vi garantisco che ogni singolo angolo della città merita e ci sono tante attrazioni per tutti i gusti!

Piazza Dam amsteram

Dove dormire

Per quanto riguarda dove dormire, la città offre davvero tante soluzioni per tutti i gusti.

Io personalmente ho dormito in un hotel a due stelle in una posizione perfetta, in mezzo tra la stazione centrale e il centro città.

Se non avete problemi economici l’hotel Continental può fare al caso vostro.

Gli ostelli invece sono molto presenti ma se volete provare qualcosa di veramente particolare, ci sono le houseboat (case galleggianti) delle vere e proprie abitazioni complete di ogni confort ormeggiate lungo i canali. Dormire in una houseboat permette di apprezzare lo stile lento e tranquillo degli olandesi e non risultano umide o fredde essendo ben isolate.

I quartieri migliori dove alloggiare sono senza dubbio: il centro storico per la vicinanza delle principali attrazioni (ma le tariffe sono più alte), quartiere dei musei, perfetto per famiglie con bambini visto che non c’è una vita notturna pulsante, quartiere a luci rosse per chi ama la vita notturna. Ma anche Jordaan, quartiere residenziale per chi vuole rimanere fuori dal caos ma vicino alle attrazioni turistiche, e infine De Pijp un quartiere multiculturale che ospita molti immigrati e creativi, perfetto per giovani coppie e meno adatto a famiglie con bambini piccoli per il suo movimento di vita notturna.

Vorrei precisare che ogni angolo della città è sicura e molto controllata, addirittura sono previste multe salate per che beve alcolici in strada o per chi urina nei canali.

Sono certa che amerete questa città come è successo a me!

E voi siete mai stati ad Amsterdam?