Qualche tempo ho trovato sul web, quasi per caso, un curioso articolo in cui si evidenziava come il 50% degli italiani voglia mollare tutto e cambiare vita; nel paragrafo sottostante ripropongo il pezzo completo. E’ curioso notare come ci siano cosi tanti italiani che hanno bisogno di un cambiamento nella propria vita. Io il cambiamento l’ho fatto anni fa’, alla “tenera” eta’ di 24 anni, quando per la prima volta andavo a vivere in un paese straniero; da quel giorno la mia vita e’ cambiata per sempre. Di seguito l’articolo sugli italiani che vorrebbero mollare tutto:

In testa alla classifica dei desideri c’è la voglia di trasformarsi in scrittore o esploratore, viaggiare in luoghi da mito, meglio se lontano dallo strapotere della tecnologia. Basta insomma con le code in automobile, con i negozi sovraffollati, con la perpetua fretta per non arrivare in ritardo in ufficio e con i viaggi su autobus e metropolitane stipati come sardine. Insomma, meglio stare alla larga dall’Italia, in un luogo più tranquillo e a misura d’uomo, magari a contatto con la natura, in primo luogo con il sole e il mare. E’ questa a fotografia dei nostri connazionali, scattata da una ricerca condotta su 560 lavoratori italiani di ambo i sessi, di età, tra i 25 e i 64 anni, condotta del canale satellitare “Marcopolo”

Gli Italiani, insomma, vorrebbero cambiare vita. La delusione e l’insoddisfazione non riguardano però tutti gli aspetti dell’esistenza. In primo luogo sono pochi quelli che vorrebbero fuggire dalla famiglia (solo il 7% delle risposte) per costruire una nuova vita partendo da zero, anche se una certa quota (10%) vorrebbe stravolgere la propria routine. Meno apprezzato è invece il luogo di residenza (31%): molto meglio sarebbe un posto in cui mettere l’orologio nel cassetto e in cui cellulare, Internet e pc servano solo per comunicare e non per essere rintracciati in ogni circostanza.

In ogni caso gli italiani non puntano a una fuga solitaria: solo il 4% è disposto a tagliare i ponti con tutto e a partire da solo. Il 55% vorrebbe avere con sé la propria famiglia (non solo il partner, ma anche genitori, fratelli o figli), mentre il 6% è pronto a portare con sé il proprio animale da compagnia. La famiglia, quindi, si conferma oasi di pace e di serenità, da non abbandonare mai, ma anzi da curare con attenzione per garantirle una vita migliore. Tra le mete preferite per questa fuga verso una nuova esistenza sono in pole position i luoghi esotici e i paradisi tropicali:

Thaiti (15%), la Giamaica (13%), le Hawaii (10%) ma anche le isole Aran in Irlanda (4%), l’Islanda (3%) e Funen (2%), in Danimarca. Sempre apprezzati Caraibi (14%), Maldive (12%), Brasile (10%), Capo Verde (4%), Australia (6%) e Thailandia (5%)

E oltre ad essere lontani da tutto, gli Italiani vorrebbero inseguire i loro sogni:: il 25% vorrebbe trasformarsi in scrittore, o in esploratore (14%), ma c’è anche chi preferisce attività più prosaiche come la ristorazione (21%), il bagnino, per stare sempre in contatto con il sole, il mare, le bellezze (16%), o l’albergatore (15%).

Fonte: Tgcom.it

Avete mai pensato di cambiare vita? Mollare tutto e partire da zero, magari in un paese tropicale? Lasciate un commento con i vostri pensieri e riflessioni qui sotto e verrano anche pubblicati sulla nostra pagina facebook

Alcune letture consigliate:

A proposito dell'autore

Marco

Viaggiatore per il mondo con oltre 100 nazioni visitate nei 5 continenti. La passione per i viaggi è accompagnata da quella per la fotografia. Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: