Il vero relax consiste nel liberarsi dai ritmi iperveloci della vita moderna e avere la possibilità di un autentico contatto con la natura, per questo motivo stanno nascendo strutture ricettive molto differenti dagli hotel con Spa e dai resort, caratterizzate da una forte attenzione all’impatto ambientale. La nuova tendenza per vacanze benessere è scegliere un luogo che riesca a emozionare, che abbia un’identità riconoscibile e unica, una location dove rigenerarsi e avere tempo per riflettere.

In Umbria un posto del genere esiste ed è un monastero in pietra ristrutturato per ospitare l’Eremito, definito dal suo ideatore Marcello Murzilli “Hotelito del Alma”. L’obiettivo, infatti, non è solo offrire al viaggiatore un soggiorno lontano dal caos cittadino ma mostrargli uno stile di vita nuovo le cui fondamenta sono la meditazione, il distacco dalla tecnologia, un’alimentazione sana e un’immersione nella natura semi inesplorata.

2-1

Per saperne di più è utile scoprire le origini dell’Eremito, il risultato di un lungo lavoro di restauro che ha portato alla luce un antico eremo avvolto dalla quiete di una riserva naturale di 3000 ettari, diventato oggi una struttura 100% eco-friendly: pannelli fotovoltaici per fornire energia elettrica, caldaia a legna per il riscaldamento, coibentazione delle stanze e pareti in pietra per mantenere una temperatura gradevole sono le peculiarità di questo eremo laico dedicato a chi ama le vacanze ecosostenibili.

Le camere singole sono state ideate per il viaggiatore che desidera lo spazio necessario per meditare, riposare e allontanare ogni stress. La vista panoramica sull’incantevole vallata che circonda l’Eremito è la migliore accoglienza possibile che troverete in ogni stanza. Il benessere e il rispetto per l’ambiente si uniscono nell’Area Relax, dedicata a chi vuole rigenerare il corpo e lo spirito. La piscina scavata nella roccia, il bagno di vapore e la seduta in pietra dove gustare una tisana calda vi faranno sentire persone nuove, pronte a un rapporto con la natura più genuino.

5-2

Anziché andare in cerca del ristorante all’ultima moda o della trattoria rinomata, talvolta è opportuno fare un’esperienza del tutto diversa ma altrettanto gustosa: pranzare nel Refettorio dell’Eremito è il modo migliore per conoscere i piatti tipici umbri (come il risotto con la cicoria dell’orto e croste di pecorino o gli strozzapreti all’aglione) preparati esclusivamente con i prodotti dell’orto biologico, coltivati senza diserbanti né concimi chimici. I menù sono vegetariani e basati su frutta e verdura di stagione, mentre il pane, la pasta e i dolci sono fatti in casa, tutto all’insegna dell’alta qualità e della genuinità.

All’Eremito si può partecipare alla preparazione dei piatti, condividendo il piacere di cucinare insieme e imparando nuove ricette proprio come una cooking class!

9

L’area intorno all’eremo, vicino al piccolo comune di Parrano, è ricca di grotte, boschi di lecci, ginestre e corbezzoli, paesi in pietra attraversati dal fiume Chiani, tutto l’essenziale per immergersi nel silenzio e nella maestosità di un oceano verde. Con le passeggiate guidate dell’Eremito si vive un’avventura esclusiva, un’escursione che consente di ascoltare il richiamo delle cose semplici, quelle che tutti spesso dimentichiamo.

Osservare il cielo stellato da un giardino nel cuore dell’Umbria è un regalo che talvolta bisognerebbe concedersi: avremo un bagaglio più leggero di oggetti e più carico di emozioni intense.

12

Dove si trova l’Eremito?


View Larger Map

A proposito dell'autore

Marco e Felicity

Marco e Felicity, in viaggio per il mondo dal 2004 con oltre 100 nazioni visitate in 5 continenti. Prima viaggiatori e poi travel blogger, sognatori e sempre in cerca di nuove avventure.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: