Come passare due giornate in sella ad una bici in Trentino? L’APT di Rovereto ci guida attraverso questa bellissima regione e le sue organizzate piste ciclabili, alla scoperta di città, natura e gusto. Dopo aver noleggiato le nostre mountain bike partiamo per la nostra prima giornata di cicloturismo.

Le piste ciclabili sono ben distribuite sul territorio e spostarsi cosi’ diventa un modo alternativo, comodo e divertente di viaggiare, per tutti e alla portata di tutti. 
Un’interessante visita al museo di arte contemporanea MART, un buon pranzo, e siamo pronti alla nostra giornata in sella!

Cicloturismo - Trentino, Italia

La prima tappa e’ la modernissima cantina Mori e durante il tragitto attraversiamo le grandi distese di vigne, caratteristiche del territorio, fino a giungere al Lago di Garda, dove la ciclabile prosegue sulla riva. Peccato che non siamo attrezzati perchè la tentazione di fermarsi per un bagno, dato il caldo, è tanta!

Il tempo scorre e dobbiamo proseguire verso Arco, a pochi chilometri da Riva del Garda. Qui lasciamo le nostre bici che, grazie ad un servizio apposito, verranno riportate al nostro albergo pronte per il giorno seguente. Rientriamo in autobus e dopo una doccia rinfrescante ci godiamo una splendida cena in albergo.

Arco, Trentino, Italia

Il giorno seguente una buona colazione risveglia il nostro fisico e sappiamo che ci attendono diversi chilometri per raggiungere Trento. 
Imbocchiamo la ciclabile che costeggia l’Adige e arriva fino in città. 
Sulla strada notiamo l’allestimento di ristori appositamente creati per i ciclisti e qualche punto informazione. 
Oggi il nostro pranzo sarà offerto dalla cantina della famiglia Grigoletti, che ci presentano i loro ottimi vini, creati nella bellissima e intima cantina dedicata alle generazioni che vi hanno lavorato.

Ripartire dopo la degustazione non è semplice, ma noi cerchiamo ispirazione nel vino appena bevuto e ci rimettiamo in sella. Dopo circa un’ora di ciclabile giungiamo a Trento, nel bel quartiere che ospita il museo delle scienze MUSE. 
I ragazzi del museo ci guidano e ci spiegano come nasce il museo e cosa ospita. Vorremmo avere più tempo da dedicargli , ma è già il momento di ripartire per tornare verso Rovereto e percorrere nuovamente i 25 chilometri di ciclabile che unisce le due città. Un’altra sosta per una degustazione alla distilleria Marzadro e poi si rientra in albergo.

Cicloturismo - Trentino, Italia

Il cicloturismo è un modo diverso di viaggiare, un modo che ti porta a contatto col territorio e permette di gustarlo più lentamente, con un ritmo più naturale rispetto a quelli a cui siamo abituati. 
Il Trentino è una splendida regione tutta da scoprire ed è lodevole l’impegno che gli enti turistici dedicano allo sviluppo di questa forma di turismo.

A proposito dell'autore

Francesca Brusori

Nata a Prato, cresciuta e tutt’ora residente in un piccolo paese dell’appennino Tosco-Emiliano. Innamorata da sempre dei viaggi, dell’avventura e dell’esplorazione. “Aspirante” fotorepoter, cerco di documentare le culture e i popoli lontani dal nostro quotidiano. Sostanzialmente, appena posso prendo lo zaino e parto!

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: