È nota in tutto il mondo con l’epiteto di città eterna e chi c’è stato ne comprende immediatamente la ragione. Stiamo parlando di Roma, capitale d’Italia e maestoso simbolo dell’antica civiltà di cui fu cuore e quartier generale. I suoi grandi viali, i quartieri, le imponenti testimonianze del grande Impero Romano e la presenza di Città del Vaticano la rendono probabilmente la meta più battuta da turisti e pellegrini di tutto il mondo.

Grazie a una rete di strutture ricettive che nel tempo si è letteralmente fusa con gli stili e le suggestioni della città stessa, qui il turismo trova la sua naturale casa. L’offerta di hotel a Roma presenta una straordinaria varietà di opzioni in linea con qualsiasi esigenza e consente a chiunque di programmare il proprio viaggio nella capitale.

Che si tratti di un hotel per eventi a Roma, un hotel per viaggi d’affari, un hotel romantico per una coppia in luna di miele o di un hotel in centro per chi vuole essere vicino a tutto, esiste una soluzione specifica e soddisfacente per tutti i tipi di permanenza e per una vacanza a Roma indimenticabile.

Non sarà la più estesa o la più popolosa ma Roma sorprende e incanta gli occhi di tutti. Pur cambiando la sua forma e il suo aspetto col passare dei secoli, è riuscita a conservare egregiamente le vestigia del passato che, nel tempo, son diventate parte integrante di un profilo ormai leggendario. Oggi costituisce un contenitore di storia, cultura, arte e tradizioni unico al mondo, che non ammette paragoni con alcuna altra metropoli del pianeta.

Roma: cinque luoghi da non perdere

Roma è così vasta e piena di tesori che ci vorrebbero mesi o anni per esplorarla approfonditamente. Eppure alcuni luoghi sono imprescindibili, una tappa obbligata a prescindere dalla durata della permanenza, luoghi di culto, luoghi consegnati alla leggenda grazie alla loro storia o resi sacri dal cinema grazie semplicemente alla loro esistenza.

Uno di questi luoghi è certamente la Fontana di Trevi, protagonista di una delle scene più famose della storia del cinema da La Dolce Vita di Federico Fellini: è la fontana in cui s’immerge Anita Ekberg, che invita Marcello Mastroianni a farle compagnia. La storia della Fontana corre molto indietro nel tempo, fino ai tempi dell’Imperatore Augusto. È stata rimaneggiata più volte nei secoli, fino ad assumere lo scenografico aspetto che ammiriamo oggi, con la grande composizione scultorea ispirata al tema del mare. Non dimenticate di far fede all’antichissima tradizione e di gettare una monetina nelle acque della fontana rigorosamente a occhi chiusi e di spalle a essa.

Roma: cinque luoghi da non perdere

Dopo aver attraversato quasi duemila anni di storia ed esser riuscito in qualche modo a conservare molto del suo originario aspetto, il Colosseo è il monumento per eccellenza. Si erge in fondo a Via dei Fori Imperiali ed è ormai parte integrante dell’orizzonte urbano. Talmente famoso da essere oggi il simbolo di Roma stessa, fu costruito in epoca Flavia e ospitò gli spettacoli dei Gladiatori e le più importanti manifestazioni pubbliche di Roma Antica. Visibile già da centinaia di metri di distanza, all’alba, al tramonto o a tarda sera assume un aspetto mistico e surreale.

Roma: cinque luoghi da non perdere

La Basilica di San Pietro  è visitata ogni anno da milioni di turisti, fedeli e pellegrini. Centro e simbolo mondiale del cattolicesimo, è una delle più grandi chiese al mondo, ancor oggi sede di tutte le più importanti funzioni religiose celebrate dal Papa in persona. Iniziata nel 1506, la sua edificazione impiegò più di cent’anni e al cantiere lavorarono alcuni fra i più famosi e autorevoli architetti della storia, fra cui Bramante, Raffaello, Michelangelo e Maderno.

La passeggiata verso la basilica è scenograficamente accompagnata dal celebre colonnato che racchiude l’omonima Piazza, progettato da Gian Lorenzo Bernini.

Roma: cinque luoghi da non perdere

Un tempo terra appartenuta agli Etruschi, oggi Trastevere è il quartiere più famoso e rappresentativo di tutta la città, quello che dette i natali ad Alberto Sordi. Considerato quasi assestante – tanto che i suoi abitanti erano chiamati trasteverini –, si affaccia sulla riva ovest del Tevere e conserva ancor oggi le caratteristiche di tutti i periodi storici che ha attraversato.

Stretti fra le facciate di antiche case popolari medievali, i suoi vicoli tortuosi si popolano soprattutto di sera, grazie all’incredibile numero di ristoranti tipici, vinerie, pub e piccole mostre temporanee che, fra tradizione e avanguardia, lo rendono uno dei quartieri di riferimento della vita notturna romana.

Roma: cinque luoghi da non perdere

Pur essendo giovanissimo rispetto ad altri tradizionali luoghi di interesse romani, l’Auditorium Parco della Musica riveste un ruolo fondamentale nella vita culturale della città e merita una visita anche al di fuori di eventuali concerti. È il quartier generale della musica classica a Roma e ospita un cartellone eventi con artisti di fama mondiale. Progettato dall’architetto Renzo Piano, il Parco della Musica è strutturato come un vero e proprio centro culturale attrezzato, dotato di tre grandi sale per i concerti, museo, giardini pensili e un auditorium destinato alle mostre.

A proposito dell'autore

Marco e Felicity

Marco e Felicity, in viaggio per il mondo dal 2004 con oltre 100 nazioni visitate in 5 continenti. Prima viaggiatori e poi travel blogger, sognatori e sempre in cerca di nuove avventure.

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: