Arezzo cosa vedere in 1 giorno 

Arezzo cosa vedere in 1 giorno, e non hai che l’imbarazzo della scelta dato che in questa città Toscana ve ne sono davvero parecchie di cose da scoprire. Anzi ti dirò di più Arezzo è soprannominata anche “la perla nascosta della Toscana”! Come mai quest’affermazione? Perché è, forse, una meta non molto presa in considerazione dai turisti tuttavia è una città davvero molto ricca di cose da fare e da vedere senza dimenticare che ha dato i natali a svariate personalità sia della letteratura, sia della cultura sia delle scienze italiane come, ad esempio, Francesco Petrarca, Francesco Redi, Giorgio Vasari.

Piazza Grande

Non posso non iniziare la visita di Arezzo dal cuore pulsante della città vale a dire la piazza principale che qui è chiamata Piazza Grande o Piazza Vasari che è la piazza principale della città. Questa piazza ha una particolarità che la caratterizza e che la rende unica. Ha una forma a trapezio con un’inclinazione che permette di far defluire l’acqua. Il dislivello dal punto più basso a quello più alto è di una decina di metri.

piazza grande arezzo
Piazza grande Arezzo

Sulla piazza possiamo trovare palazzi di diverse epoche: sul lato meridionale e orientale risalgono al Medioevo, su quello settentrionale sono Rinascimentali del Cinquecento e, infine, quelli a occidente sono del Quattrocento. Tuttavia l’effetto che si ha guardando questi edifici, nonostante risalgano a epoche diverse, è di grande armonia e non stonano per niente tra di loro quello è certo.

Tra gli edifici più belli della Piazza troviamo il Palazzo delle Logge, la Pieve di Santa Maria e il Palazzo della Fraternità dei Laici. Il Palazzo della Loggia detto anche Loggiato Vasariano è il grande edificio che si trova sul lato sud della Piazza ed è riconoscibile per via del porticato in cui oggi trovano dimora sia bar sia ristoranti con tanto di tavolini. Il Loggiato fu fatto nella seconda metà del Cinquecento ed è una delle opere più importanti del Vasari tanto che prese il suo nome e non quello del committente.

piazza grande arezzo

Il Palazzo della Confraternita dei Laici che si compone di tre stili diversi. La parte basse è in stile gotico e risale al Trecento, poi una parte che risale al Rinascimento e, infine, il campanile a vela con Orologio Astronomico che è del Cinquecento. 

L’orologio è tutt’oggi funzionante anzi facilmente è l’ultimo orologio a carica manuale ancora funzionante a livello mondiale. E la leggenda narra che il suo creatore sia stata accecato se non ucciso dai committenti una volta concluso il lavoro per evitare che ne venisse fatto un altro uguale.

È possibile entrare nel Palazzo in quanto dopo essere stato sede del Tribunale dal 2010 è un museo e, quindi, ammirare da vicino gli ingranaggi dell’orologio.

Per maggiori informazioni sul museo clicca qui.

Chiesa di Santa Maria della Pieve

La chiesa di Santa Maria della Pieve attrarrà di certo la tua attenzione! Si tratta di una chiesa in stile romanico con facciata a tre portali. I lavori per la ristrutturazione iniziarono nel 1140 e andarono a concludersi all’inizio del Trecento. 

Una particolarità il lato della Pieve che dà su Piazza Grande è la parte posteriore (e non è la facciata). All’interno della chiesa si trovano, tra le altre cose, anche le reliquie di San Donato che è il patrono della città di Arezzo.

Si è fatto così l’ora di pranzo perciò mi fermo e faccio una piccola pausa per mettere qualcosa sotto i denti.

Chiesa di Santa Maria della Pieve Arezzo

Basilica di San Francesco

La mia prima meta del pomeriggio è la Basilica di San Francesco famosa per le pareti interne della Cappella Maggiore che sono decorate da un ciclo di affreschi del Quattrocento ossia “La Leggenda della vera Croce” di Piero della Francesca. “La leggenda della vera Croce” era molto diffusa nel Medioevo e si rifaceva al legno con sembra fosse stata fatta la croce di Gesù.

Basilica di San Francesco arezzo

Il Duomo di Arezzo

Il Duomo o Cattedrale dei Santi Pietro e Donato che si trova sull’omonima piazza e che fu eretta sul luogo dove in precedenza si trovava una chiesa paleocristiana. 

L’aspetto attuale risale però al Novecento in quanto per tempo la chiesa rimase incompiuta. Il capolavoro di questa cattedrale sono le sette vetrate del ciclo di Marcillat che risalgono al Cinquecento e furono dipinte in due fasi vale a dire tra il 1516 e il 1524.

Il Duomo di Arezzo

Palazzo dei Priori e il Museo di Casa Vasari

Palazzo dei Priori che si trova in Piazza della Libertà è uno stupendo edificio del Trecento con a fianco una torre a pianta quadrangolare e ora è sede del Comune della città

Museo di Casa Vasari la sua casa oggi è un museo a lui dedicato. Si tratta di una palazzina che fu acquistata dall’artista nel 1541 e che fu usata come casa di famiglia. L’abitazione si sviluppa su tre piani con bel giardino che è anch’esso visitabile. 

Per maggiori informazioni su Casa Vasari clicca qui.

Arezzo

La Casa di Petrarca

La Casa di Petrarca si trova in un palazzo seicentesco con resti di una dimora di tre secoli prima. Sembra, non ci sono notizie certe, che questo sia il luogo dove nacque il famoso scrittore e poeta Francesco Petrarca.

Nel palazzo ha sede sia un museo sia l’Accademia Petrarca di Lettere, Arti e Scienze che è un centro in cui vengono promesse diverse attività ed eventi culturali legati al Petrarca medesimo. 

Per maggiori informazioni sulla Casa di Petrarca clicca qui.

Casa di Petrarca Arezzo

La Fortezza Medicea

La Fortezza Medicea è in pietra e sita nella parte nord-est della Città vale a dire in cima al Colle di San Donato. 

È una fortezza difensiva, anzi la più imponente del Cinquecento, che fu voluta dalla Famiglia Medici e furono proprio loro che le diedero la forma (che ancora tutt’ora ha) a stella a cinque punte con bastioni di diverse misure per meglio seguire le diverse altezze del terreno. 

All’interno della fortezza si trova uno dei parchi cittadini più belli della città. 

E adesso non posso fare altro che tornare sui miei passi perché la giornata è finita anzi volata via e ora non posso fare altro che rientrare.

I tour cinematografici della città 

Non lo sapevi che il centro storico di Arezzo è stato il set cinematografico di svariati film? Come, ad esempio, “La vita è bella” di Roberto Benigni oppure della commedia “Un fantastico via via” di Leonardo Pieraccioni e l’ente del turismo locale ha realizzato anche delle mappe per ripercorrere questi luoghi.

3 curiosità su Arezzo che, forse, non sai

Il Ponte Buriano sull’Arno a pochi chilometri da Arezzo, medievale, è stato riconosciuto nel paesaggio alle spalle della “Gioconda” di Leonardo da Vinci.

Arezzo fu sede della più antica università della Toscana, ma fu anche tra le prime a livello europeo.

La Giostra del Saracino è una rievocazione medievale che si svolge a giugno e a settembre in Piazza Grande. Vi partecipano i quattro quartieri della città e gli aretini in costumi medievali fanno rivivere un’atmosfera antica e festosa in quanto ripropongono antiche giostre e tornei che risalgono quanto meno all’epoca di Dante Alighieri, se non prima, dato che lui ne parlò nel XXII dell’Inferno.

Giostra del Saracino

Informazioni Utili

Come arrivare ad Arezzo 

Arezzo si trova in un’ottima posizione e questo vuol dire che è facilmente raggiungibile da ogni parte d’Italia.

Aereo

L’aereo, secondo me, è il modo più comodo per raggiungere Arezzo. L’aeroporto più vicino è quello di Firenze (FLR) che dista meno di 100 chilometri. E una volta lì per raggiungere Arezzo si può optare per autobus o taxi. In alternativa puoi optare per

Auto

In auto devi prendere l’Autostrada A1 Milano-Napoli e uscire al casello di Arezzo e seguire le indicazioni, per una decina di chilometri, per il centro.

Treno

La stazione di Arezzo si trova sulla tratta Roma-Bologna e questo vuol dire che è servita da Intercity e treni ad alta velocità perciò vuol dire che è facilmente raggiungibile da qualsiasi città italiana

Autobus

Arezzo è ben collegata con i bus extraurbani alle altre città della Toscana (per lo meno quelle della zona sud-orientale), ma anche con i pullman a lunga percorrenza da ogni parte d’Italia.

Come girare per Arezzo

Segnalo che sia la stazione ferroviaria sia quella dei bus sono siti nella parte bassa della città e per raggiungere quella alta si deve fare un breve tratto in salita. 

Se hai un minimo di allenamento a fare movimento e, quindi, camminare non è un problema per te allora credo che sia la cosa migliore da farsi.

Una bella passeggiata non fa mai male altrimenti puoi prendere un autobus di linea e lo stesso dicasi per chi dovesse andare con un mezzo proprio in quanto dovrà parcheggiare un po’ fuori dal centro.

Per maggiori informazioni sulla città di Arezzo clicca qui.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.